Serie A: Udinese stende Fiorentina e blinda salvezza, 2-1
La squadra friuliana compie un passo fondamentale per la salvezza

L'Udinese stende la Fiorentina (2-1) e compie un passo fondamentale per la salvezza. Dopo il Napoli, un'altra grande cade al Friuli: i viola dicono definitivamente addio ad un aggancio, quello al terzo posto, che pareva già difficilissimo. A Sousa, che paga gli errori difensivi della sua squadra, non basta il pareggio di Zarate dopo il vantaggio bianconero siglato a freddo da Zapata, ad inizio ripresa è Thereau a regalare a De Canio tre punti d'oro e portare i friulani a +8 sulla zona retrocessione.

Con la testa alla Juventus, la Fiorentina si presenta al Friuli ridisegnata con il turnover: Borja, Ilicic e Kalinic partono dalla panchina, in campo ci sono Bernardeschi, Blaszczykowski e Zarate. Partenza sprint dei bianconeri, capaci di andare a segno dopo soli due minuti con Zapata che svetta più in alto di tutti sul corner di Fernandes. E' Zarate a riequilibrare, al 23', i conti: l'argentino insacca di tap-in dopo il primo tentativo, di testa, respinto da Karnezis. I viola fanno la partita, ma l'Udinese si rende pericolosissima con Badu che timbra la traversa dopo l'errore di Tatarusanu. E' invece Heurtaux a sventare la minaccia portata da Bernardeschi, che viene servito da un assist d'oro di Tello ma sbaglia il controllo, in area friulana. Padroni di casa ancora sfortunati prima dell'intervallo: sugli sviluppi del corner di Danilo, la deviazione di Thereau si ferma sulla traversa.

Nella ripresa la squadra di De Canio si riporta in vantaggio grazie a Thereau che sfrutta al meglio il cross basso di Widmer battendo Tatarusanu sul primo palo (8'). Azione partita da un pallone perso da Bernardeschi. Tutto da rifare per Sousa, che opta per un doppio cambio: fuori l'acciaccato Vecino e l'opaco Bernardeschi, dentro Borja Valero e Kalinic. Ma sono ancora i bianconeri a sfiorare il gol con Zapata che, scattato sul filo del fuorigioco, si presenta davanti a Tatarusanu e spara clamorosamente a lato. Sousa si gioca l'ultima carta, Ilicic, dentro per Tello. I viola premono, i padroni di casa chiudono tutti gli spazi e conquistano un successo meritato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata