Serie A, Toro poker da Europa: Palermo ko, granata al 4° posto
Vantaggio dei rosaneri firmato Chochev, rimonta granata con la doppietta di Ljajic e le reti di Benassi e Baselli

Un Toro formato Europa. Il momento magico della squadra di Sinisa Mihajlovic continua. Dopo Roma e Fiorentina, anche il Palermo si deve inchinare: nella monday night dell'ottava giornata, i granata si confermano una delle squadre più divertenti del campionato espugnando il 'Barbera' (1-4) in rimonta, dopo l'iniziale vantaggio dei siciliani firmato Chochev. Resta a secco, ma non è una novità, il 'Gallo' Belotti: il grande protagonista della serata è Ljajic, autore di una doppietta capolavoro. Allo show torinista si aggiungono le reti di Benassi e Baselli. Il primo successo in trasferta dei granata vale il quarto posto in classifica a 14 punti, in coabitazione con Napoli e Lazio. E' notte fonda invece per la formazione di De Zerbi, che resta terz'ultima a quota 6.

Tradizionale 3-4-2-1 per De Zerbi, con il duo formato da Bentivegna, preferito a Hiljemark, Diamanti a supporto dell'unica punta Nestorovski. In mediana Chochev rileva l'ex Gazzi, squalificato. Mihajlovic conferma il 4-3-3, guidato in avanti da Iago, Belotti e il recuperato Ljajic. A centrocampo Baselli vince il ballottaggio con Acquah. Avvio pimpante dei granata, subito pericolosi con una conclusione di Iago Falque con palla che si spegne sul fondo. Altra, ghiottissima chance Toro: Belotti smarca Benassi davanti a Posavec, bravissimo nell'alzare in angolo con i piedi il destro del centrocampista. Il portiere rosanero è poi attento sulla gran conclusione di Valdifiori. Non sbaglia, invece, cinque minuti dopo Chochev: la sua schiacciata aerea sul cross di Diamanti non lascia scampo ad Hart. Palermo in gol alla prima occasione (6'). Il Toro non si scompone, e reagisce: prima si vede annullare per fuorigioco il gol di Iago, che anticipa Posavec sul cross basso di Zappacosta, e due minuti dopo trova il pareggio con un capolavoro di Ljajic: lo strepitoso destro da fuori area del serbo, con palla che si insacca sotto l'incrocio, vale l'1-1 (26') e il primo gol in campionato dell'ex Roma. Brividi poi in area granata con la minaccia portata dall'accorrente Alesaami, lanciato da Nestorovski: Hart sceglie alla perfezione il tempo dell'uscita. Un'altra perla di Ljajic regala il vantaggio a Mihajlovic: il serbo controlla un cross di Zappacosta e scarica un gran destro a giro, diretto al palo più lontano, che non lascia scampo a Posavec (40'). E prima dell'intervallo c'è ancora tempo per il tris granata, firmato da Baselli che trovato da Benassi entra in area e trafigge di destro il portiere di casa (46'). Gran Torino nel primo tempo, strada in salita per il Palermo.

Nella ripresa ci si aspetta la reazione rosanero, ma è ancora show granata. Sugli sviluppi di una ripartenza Iago giunge al limite e lascia partire un sinistro a giro con palla che fa la barba al palo. Un minuto dopo, il diagonale destro al volo di Baselli, servito da un traversone di Iago Falque, vale il poker granata e fa calare il sipario sulla gara: Posavec respinge, ma la goal-line technology spazza i dubbi (6'). Nelle file del Toro Ljajic lascia spazio a Boyé e il neo entrato si fa subito vedere impegnando di destro Posavec. La squadra di Mihajlovic si rilassa un momento e rischia in due occasioni ravvicinate: la spaventa prima un insidioso diagonale in girata di Nestorovski, poi il tentativo di Rispoli che servito da Henrique entra in area e scarica sull'attento Hart. I rosanero insistono: Chochev svetta sul corner di Diamanti ma trova la traversa, Aleesami prova il sinistro in contropiede ma senza esito. Le emozioni finali sono date esclusivamente dai problemi all'impianto di illuminazione: sul 'Barbera' è quasi buio ma si gioca comunque, sotto la luce dei telefonini che arrivano dagli spalti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata