Serie A, Spal corsara al Bentegodi: Verona vede baratro B
Un mix di fortuna e coraggio quello degli estensi, che hanno coronato una rimonta clamorosa

Harakiri Verona: l'Hellas sbaglia la partita decisiva e forse perde l'ultima chance di sperare nella salvezza. Fa festa la Spal che con questo prezioso successo per 3-1 al Bentegodi supera il Chievo e si piazza in quartultima posizione. Oggi sarebbe salva. Un mix di fortuna e coraggio quello degli estensi, che hanno coronato una rimonta clamorosa inguaiando la squadra di Pecchia che ora è a -7 dalla zona salvezza.

Fa e disfa il Verona nel primo tempo. Più determinati i gialloblù, spinti da un Pecchia quasi invasato in panchina e occasioni che arrivano subito. La prima dopo pochi minuti: punizione battuta bassa da posizione defilata da Cerci che sorprende la retroguardia, pallone per Petkovic che a ridosso dell'area piccola calcia in diagonale mandando di pochissimo a lato. L'Hellas reclama poco dopo anche un rigore per un contatto dubbio in area tra Cerci e Vicari ma il gol lo trova egualmente al 13': Petkovic si libera della marcatura di Everton Luiz e vede il taglio in area di Valoti, pallone per il centrocampista che si presenta a tu per tu con Gomis e non sbaglia. La Spal si rianima verso la mezzora ma costruisce una sola vera palla gol: traversone come sempre dalla sinistra di Felipe per la testa di Mattiello che mette in difficoltà sul suo palo Nicolas. Sembra inevitabile che si vada al riposo senza altre sorprese ma in pieno recupero arriva il clamoroso e rocambolesco gol del pari. Traversone da sinistra di Costa per Floccari che non ci arriva, la palla filtra, interviene Fares che di testa, nel tentativo di spazzare, devia alle spalle del proprio portiere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata