Serie A: Caputo illude Empoli dopo 18", Sassuolo rimonta, vince ed è secondo

Boateng pareggia, Ferrari si riscatta dopo l'errore commesso con la Juve e Di Francesco sigilla il risultato. La squadra di Andreazzoli esce a mani vuote penalizzato dall'espulsione di Zajc

Caputo illude l'Empoli dopo 18 secondi, poi il Sassuolo si riprende e ribalta con merito la partita aggiudicandosi l'intera posta in palio nell'anticipo della quinta giornata di Serie A. Al Mapei Stadium finisce 3-1 per la squadra di De Zerbi: Boateng pareggia subito i conti con un gol da centravanti d'area, Ferrari in avvio ripresa si riscatta dopo l'errore commesso con la Juventus piazzando il colpo di testa del momentaneo 2-1. Nel finale poi Di Francesco, protagonista suo malgrado all'Allianz Stadium in occasione della follia di Douglas Costa, sigilla il risultato con uno splendido gol di tacco. I neroverdi volano così momentaneamente al secondo posto, a 10 punti, dietro alla capolista Juventus. L'Empoli invece nel momento cruciale del match.

De Zerbi schiera il suo Sassuolo con un 4-3-3 con Berardi-Boateng-Di Francesco a comporre il tridente offensivo. A centrocampo spazio a Sensi e Duncan con Locatelli in cabina di regia. Dalla parte opposta Andreazzoli rilancia con un 4-3-1-2 con Zajc a giostrare dietro le due punte Caputo-La Gumina.

Neanche il tempo di mettersi comodi che gli ospiti si portano in vantaggio. Il tutto in appena 18 secondi: Capezzi affonda sulla destra, il suo cross in mezzo viene sporcato da Ferrari ma agevola Caputo, che arriva di gran carriera e tutto solo nel cuore dell'area di rigore trafigge Consigli. La rete in avvio ha il merito di far saltare da subito qualsiasi tatticismo: Lirola salva sulla linea sul colpo di testa di La Gumina sugli sviluppi di un corner evitando un passivo peggiore per i padroni di casa, gli emiliani reagiscono e creano il primo pericolo con un tiro da fuori area di Di Francesco che finisce alto sopra la traversa. Zajc all'11' in contropiede con un tiro a giro spaventa di nuovo il Mapei Stadium, che tuttavia tre minuti più tardi può gioire. Di Francesco riceve palla in area spalle alla porta, si gira e dal fondo serve in corsa Boateng, che brucia Maietta e fulmina Terracciano da distanza ravvicinata. Il botta e risposta nel primo quarto d'ora di fuoco anestetizza le due squadre per circa 20 minuti, fino al diagonale velenoso rasoterra di Duncan, su cui Terracciano si rifugia in angolo, a cui fa seguito il tiro di Zajc, respinto da Consigli, e la serpentina in area di Caputo, chiuso al momento del tiro da Ferrari.

La ripresa si conferma avvincente come i primi 45 minuti, con entrambe le squadre che provano a superarsi a vicenda. Al 4' il tiro cross di Di Francesco finisce sulla parta superiore della traversa, dalla parte opposta il diagonale di La Gumina finisce a lato di un soffio. Al 13' l'equilibrio si spezza di nuovo: sugli sviluppi di un calcio d'angolo Ferrari anticipa di tutti e di testa porta avanti i neroverdi. Gli ospiti si gettano subito con foga nella metà campo avversaria ma rischiano non poco dietro. Babacar di testa e Berardi da fuori sfiorano il tris, nel frattempo i toscano rimangono anche in dieci per l'espulsione per doppia ammonizione di Zajc, che riceve il secondo giallo per simulazione. L'inerzia si sposta decisamente dalle parte del Sassuolo, che a cinque minuti dal termine cala il tris con un eurogol di Di Francesco, che di tacco capitalizza il cross di Lirola e chiude i conti.

L'Empoli raccoglie ancora una volta applausi ma resta al palo alla voce punti, il Sassuolo invece conferma di essere una delle sorprese di questo campionato e vola al secondo posto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata