Serie A, Sampdoria corazzata a Marassi: ko per il Toro di Miha
La gara si decide nella ripresa: apre Barreto, chiude in pieno recupero Schick

 La Sampdoria non concede sconti e fa valere la dura legge di Marassi anche contro il Torino. La squadra di Giampaolo batte 2-0 i lanciatissimi granata, quarta vittima illustre ad inchinarsi sul campo dei blucerchiati dopo Genoa, Inter e Sassuolo. La gara si decide nella ripresa: apre Barreto, chiude in pieno recupero Schick. Passivo eccessivo per la formazione di Mihajlovic, che vede interrompere la striscia di tre successi consecutivi ed emergere i difetti già visti nelle ultime due uscite. Sesto risultato utile di fila per la Sampdoria che vola a 22 punti, il Torino resta a 25 e vede scivolare a +3 il quinto posto.

Nelle file blucerchiate Prat e Bruno Fernandes vincono a centrocampo il ballottaggio con Linetty e Alvarez, in avanti confermato il tandem Muriel-Quagliarella. Nessuna sorpresa nel 4-3-3 del grande ex Mihajlovic, che si affida ai 'tre tenori' Iago Falque-Belotti-Ljajic. Granata subito pericolosissimi al 3' con l'ex Roma che con un sinistro da fuori area scheggia la traversa. I doriani non stanno a guardare e si fanno vedere con Bruno Fernandes e Muriel, poi c'è lavoro per Puggioni attento in tuffo sulla punizione di Ljajic. Le due squadre si affrontano a viso aperto e tengono alti i ritmi. Ci prova un paio di volte Quagliarella, a caccia del gol dell'ex, attivo anche Ljajic con due tiri che non inquadrano lo specchio. Dopo la mezz'ora, gradualmente la gara scende di intensità. In apertura di ripresa subito una fiammata di Ljajic, Puggioni respinge in angolo il diagonale. E' la Sampdoria a sbloccare il risultato: sugli sviluppi di un angolo torre di Silvestre per Barreto, la cui girata non lascia scampo ad Hart (6'). La reazione dei granata si scontra contro l'ottima organizzazione difensiva dei blucerchiati e Puggioni: il portiere è bravissimo nell'opporsi all'incornata di Belotti. Giampaolo si scalda in maniera eccessiva e Orsato lo spedisce negli spogliatoi. L'arbitro annulla poi una rete al neoentrato Maxi Lopez, che incorna il cross di Zappacosta in fuorigioco. In pieno recupero, la Sampdoria rifila il colpo di grazia con Schick, in campo da tre minuti, bravo a sfruttare l'appoggio di Linetty.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata