Roma, banco di prova a Empoli. Di Francesco: "In campo per dominare"

Confermato il 4-2-3-1, non disponibile Kolarov: "Venerdì neanche riusciva a camminare durante l'allenamento"

Ritrovati entusiasmo e risultati dopo le vittorie nel Derby con la Lazio e il Viktoria Plzen in Champions League, la Roma sarà di scena a Empoli nell'anticipo di sabato sera per dare continuità alle prestazioni e tenere il passo delle big in classifica. A -10 dalla Juventus capolista, i giallorossi di Di Francesco sono però a sole due lunghezze dalla zona Champions che rappresenta l'obiettivo minimo stagionale. Pertanto vietato fare passi falsi anche se l'Empoli è un avversario da non sottovalutare, come confermato dallo stesso tecnico in conferenza stampa. "L'Empoli forse ha raccolto meno di quanto meritato. E' una squadra che meriterebbe molti più punti di quelli che ha", le parole di Di Francesco. Per i giallorossi la trasferta di Empoli è un banco di prova importante dopo le ultime buone prestazioni. "Il banco di prova è tutti i giorni, non dobbiamo mai smettere di dimostrare la nostra forza", ha aggiunto.

LE PARTITE DELL'OTTAVA GIORNATA DI SERIE A

Per quanto riguarda la formazione, Di Francesco dovrebbe andare avanti con il 4-2-3-1 e in conferenza ha dato più di una indicazione: "Sabato giocherà a sinistra Luca Pellegrini da titolare, Kolarov non sarà nemmeno convocato. Venerdì mattina non camminava nemmeno per farvi capire in che condizioni ha giocato, ha dimostrato grande disponibilità e va ringraziato. Dietro l'unico sicuro che gioca è Manolas, ho ancora qualche dubbio sull'altro centrale. Florenzi se giocherà lo farà da terzino. Deciderò solo domani, sto valutando tante cose. A centrocampo giocherà Lorenzo Pellegrini, poi Nzonzi, De Rossi se sta bene e Cristante si giocano gli altri due posti. De Rossi venerdì ha fatto tutto l'allenamento e se dovesse essere pronto partirà dall'inizio. Davanti Dzeko giocherà sicuramente e vedremo chi saranno i due esterni". Favoriti sono El Shaarawy e Under. Infine ancora sull'Empoli, Di Francesco ha detto: "Hanno grande capacità di andare in verticale, sono bravi a preparare tante azioni con grande mobilità, magari soffrono nell'ampiezza del gioco. Dobbiamo cercare di andare a dominare la gara con una squadra che con le grandi se l'è sempre giocata".

In casa Empoli, sarà una sfida non come tutte le altre per il tecnico  Aurelio Andreazzoli che ha avuto un lungo passato in giallorosso prima come vice di Spalletti e poi per una breve parentesi alla guida della prima squadra. "Roma è un capitolo importantissimo della mia vita. Parliamo di un ambiente dove sono accolto bene e trattato  ancora meglio, dove ho amici fraterni e ho trovato una società che mi ha trattato con i guanti di velluto, dimostrando nei mei confronti sempre la massima considerazione", ha detto in conferenza. Per quanto riguarda la formazione, Andreazzoli dovrebbe puntare su La Gumina accanto a Caputo in avanti con alle spalle lo sloveno Zajc. "Sicuramente non cambieremo il nostro modo di affrontare le gare: proveremo a giocare come sempre fatto, provando a divertirci attraverso il gioco", ha concluso il tecnico toscano.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata