Serie A, Napoli cala il tris: al San Paolo è 3-0 al Cagliari
Settima vittoria consecutiva per la squadra di Maurizio Sarri

E ora sono sette su sette. Settima vittoria consecutiva per la squadra di Maurizio Sarri, che nell'anticipo delle 12.30 travolge il Cagliari con un secco 3 a 0, frutto delle reti di Hamsik (ora a meno uno dal record di gol in azzurro di Maradona), Mertens su rigore e Koulibaly. Niente da fare per la squadra sarda, mai veramente in partita e oggi quasi mai pericolosa dalle parti di Pepe Reina.

FINALMENTE HAMSIK - Pronti via il Napoli parte subito all'attacco e trova il vantaggio già al terzo minuto: triangolo perfetto tra Hamsik e Mertens, con lo slovacco che entra in area di rigore, riceve l'assist del belga e buca di sinistro Cragno per l'1-0, toccando quota 114 gol in azzurro (ora a meno uno dal record del pibe de oro). Gli azzurri sono in pieno possesso del pallino del gioco e al minuto 24 potrebbero anche raddoppiare sull'asse Mertens-Insigne, ma l'attaccante di Frattamaggiore non trova lo specchio della porta con un colpo di testa ravvicinato. Il Cagliari sembra annichilito e al 34' perde anche Marco Sau, costretto ad uscire per infortunio per lascair spazio a Dessena; e come se non bastassera pochi minuti dopo arriva anche il raddoppio del Napoli, grazie ad un rigore procurato e realizzato dal solito Dries Mertens che di destro spiazza Cragno e fa 2-0, ultimo atto del primo tempo.

TRIS E DOMINIO - Nella seconda frazione il copione non cambia e dopo un paio di minuti la squadra di Sarri va di nuovo in rete, stavolta con Koulibaly, caparbio nel ribadire in rete una corta respinta della difesa, per il 3-0 che praticamente chiude la partita. Il Napoli ora gioca sul velluto e sfiora il poker prima con Callejon (grande parata di Cragno), poi con Hamsik e Ghoulam, senza però trovare la via del gol. La solita girandola di sostituzioni non cambia le carte in tavola, con gli azzurri bravi a gestire con autorevolezza il risultato fino al fischio finale dell'arbitro Abisso.

RECORD E VETTA - Con questa vittoria il Napoli sale da solo in vetta la classifica a quota 21 punti, in attesa di conoscere il risultato della Juventus, impegnata questa sera nella difficile trasferta contro l'Atalanta di Gasperini. Prossima settimana spazio alla sosta delle nazionali, con la squadra di Sarri che potrà ricaricare le batterie in vista del tour de force di ottobre, quando si tornerà a giocare con un trittico terribile: Roma (in trasferta), Manchester City (trasferta di Champions) e Inter (in casa). Tre match cruciali che diranno molto della ambizioni azzurre per il prosieguo della stagione. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata