Serie A, il Napoli vola con Milik-Mertens: un buon Bologna ko 3-2 nel finale

Doppietta per il polacco, gol del belga nel finale. Gli emiliani l'avevano pareggiata per due volte con Santander e Danilo. Filippo Inzaghi a rischio esonero?

Tre punti di sofferenza e di carattere per chiudere in bellezza il 2018. Finisce 3-2 al San Paolo tra Napoli e Bologna, con i parteopei vittoriosi a Fuorigrotta grazie alla doppietta di Milik e alla prodezza sul finale di Mertens che ha risolto una partita complicata contro un avversario tutt'altro che rinunciatario, capace di andare a segno ben due volte di testa prima con Santander e poi con Danilo e sfiorando più volte anche il vantaggio.

SEGNA AREK - Le tante squalifiche in casa azzurra (Koulibaly, Hamsik e Insigne) obbligano Ancelotti ad alcune scelte forzate, col tecnico di Reggiolo che decide di affidarsi a Zielinski in cabina di regia, Verdi sulla fascia sinistra in mediana e al tandem d'attacco Mertens-Milik. A partire meglio è però il Bologna di Pippo Inzaghi trainato dal duo Palacio-Santander, che sfiora subito il vantaggio con una percussione di Poli chiusa con un bel diagonale col destro, con la palla che esce di poco alla destra di Meret. Superato l'impatto negativo il Napoli inizia a macinare gioco come al suo solito e al minuto 15 trova il vantaggio con Arek Milik, il più lesto a ribadire in rete un cross di Malcuit con un tap-in che vale l'1-0 per i padroni di casa, gol convalidato anche dal Var Doveri con un silent-check.

RISULTATI E CLASSIFICA

RISPONDE SANTANDER - Forti del vantaggio i partenopei attaccano a testa bassa e sfiorano il raddoppio in almeno tre occasioni, prima al 25' con un destro a giro di Dries Mertens deviato da Skorupski in calcio d'angolo, e poi due volte ancora con Milik che prima scheggia la traversa su cross di Ghoulam e poi sempre di testa manda la sfera di poco a lato su un bel traversone di Verdi. Ma la doccia fredda per gli azzurri arriva al 38', quando sugli sviluppi di un calcio piazzato è Santander a svettare con un colpo di testa perfetto che non lascia scampo a Meret.

BOTTA E RISPOSTA - Nella ripresa le squadre tornano in campo con gli stessi 22 della prima frazione, col Napoli che al 49' ha una grandissima chance per tornare in vantaggio con Callejon, che però calcia debole da pochi passi e non trovando la rete. Ma la gioia è solo posticipata, perché al 51' è ancora Milik di prepotenza a siglare il 2-1 con un colpo di testa sul cross d'esterno di Malcuit. Il Bologna però non sta a guardare, si spinge in avanti alla ricerca del pari e ci va molto vicino prima con Falcinelli e poi con Palacio, ma entrambi non trovano la porta di pochi centimetri. Passano i minuti e le due squadre cominciano la consueta girandola delle sostituzioni, colpa anche della stanchezza delle tre partite ravvicinate in una settimana, e quando la gara sembra avviarsi verso la conclusione all'81' arriva il nuovo pareggio del Bologna con un altro colpo di testa, questa volta di Danilo, che sovrasta la difesa azzurra e buca un incolpevole Meret per il rocambolesco 2-2. La gioia dei felsinei tuttavia è di breve durata, perché al minuto 88 è Mertens a mettere a posto le cose per il Napoli con un destro violento dalla distanza che sorprende Skorupski e regala il definitivo 3-2 ai partenopei, che resistono all'assalto finale del Bologna e chiudono così il girone d'andata con una vittoria volando a quota 44 punti, di nuovo a -9 dalla capolista Juventus.

NAPOLI-BOLOGNA 3-2 
15' e 52' Milik (N), 37' Santander (B), 81' Danilo (B), 88' Mertens (N)

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Albiol, Maksimovic, Ghoulam (68' Mario Rui); Callejon (84' Ounas), Zielinski, Allan, Verdi (58' Fabian Ruiz); Mertens, Milik. All. Ancelotti.
BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; De Maio, Danilo, Helander; Mattiello, Poli (79' Orsolini), Pulgar, Svanberg (71' Nagy), Dijks; Santander (42' Falcinelli), Palacio. All. F.Inzaghi.
ARBITRO: Calvarese di Teramo
NOTE: Ammoniti Malcuit (N), De Maio (B), Pulgar (B), Allan (N)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata