Serie A, Milan frena ad Udine: perla Suso ed autogol Donnarumma, 1-1
Si ferma a tre la striscia di vittorie consecutive della squadra di Gattuso

Il Milan non innesta la quarta. La squadra di Gattuso esce da Udine con un pareggio, fermando a tre la striscia di vittorie consecutive. Lo scontro per l'Europa della Dacia Arena termina 1-1, una 'X' che in Friuli tra le due squadra mancava da ben sette anni: al vantaggio dei rossoneri firmato da Suso con una magia, la squadra dell'ex Oddo raggiunge il pari nella ripresa con lo sfortunato gol di Donnarumma, con gli ospiti in dieci per l'espulsione di Calabria. Risultato giusto per quanto visto in campo, il punto permette al Milan di non perdere troppo terreno dal sesto posto occupato dalla Sampdoria, salendo a 35 punti. I friulani raggiungono quota 33.

Nelle file rossonere Gattuso dà fiducia ad Andrè Silva nel tridente completato da Suso e Calhanoglu, Kalinic e Cutrone si accomodano in panchina. Per il resto confermato l'undici che ha battuto la Lazio.  Oddo lancia subito il nuovo acquisto Zampano sull'esterno di destra, in avanti spazio alla coppia De Paul-Lasagna. Primo tempo sostanzialmente equilibrato. Positiva la partenza dei rossoneri: dopo pochi minuti Bonaventura sul cross di Suso invita con una conclusione non irresisitibile Bizzarri a distendersi. Al 9' Milan già avanti, per merito dello spagnolo che ai 30 metri salta De Paul e scarica con il suo magico sinistro un bolide imprendibile: palla che picchia la traversa e poi finisce in rete. La reazione dei padroni di casa è in un tentativo impreciso di De Paul, servito da Lasagna. Poi è lo stesso numero 15 dei friulani a spaventare i rossoneri svettando di testa su Romagnoli sul cross di Jankto a Donnarumma pietrificato: palla fuori di un niente. Nel complesso, tanta volontà ma poche idee nella compagine di Oddo. Nel Milan prova a farsi vedere André Silva che sciupa una clamorosa chance: sul cross di Calabria il portoghese, tutto solo all'altezza del dischetto, sceglie la deviazione aerea anziché la conclusione. Il risultato è un favore a Bizzarri che blocca senza difficoltà. Friulani pericolosi ancora con Lasagna, che doma il lancio di De Paul e prova la conclusione di potenza, deviata in angolo da Donnarumma. In chiusura di tempo in evidenza nuovamente l'ex Carpi che in anticipo su Bonucci gira di testa un cross di De Paul, con sfera fuori di un soffio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata