Serie A, le pagelle di Milan-Juve: Ronaldo top, Higuain flop

Si salva Bakayoko, bene Cancelo

Le pagelle di Milan-Juventus, posticipo della 12esima giornata di Serie A.

MILAN

Donnarumma 6: incolpevole sul primo gol, non è impeccabile in occasione del raddoppio quando smanaccia sui piedi di Ronaldo il tirocross di Cancelo.

Abate 5,5: soffre le scorribande di Alex Sandro e Ronaldo. (Dal 74' Borini 5,5: si getta nella mischia con troppa foga finendo per farsi ammonire).

Zapata 5,5: controlla tutto sommato bene Ronaldo per 80 minuti, poi il portoghese gli sfugge in occasione del raddoppio.

Romagnoli 6: decisivo con un paio di salvataggi su palle alte. Il più solido nella difesa rossonera.

Rodriguez 5: si fa sovrastare da Mandzukic sul gol, spinge poco. Serata da dimenticare.

Suso 5: si accende a intermittenza, prova il tiro nel primo tempo. Sparisce nella ripresa.

Kessie 5: corre a vuoto davanti ai palleggiatori bianconeri.

Bakayoko 6: fra i pochi a salvarsi nel Milan, lotta come un leone e recupera diversi palloni.

Calhanoglu 5: prestazione anonima del centrocampista turco, tocca pochi palloni senza mai essere determinante. (dal 74' Laxalt 5: da un suo disastro il gol del raddoppio della Juve).

Castillejo 5,5: si muove molto, ma non entra mai nel vivo della gara.  Dopo un'ora viene sostituito. (62' Cutrone 6: il suo ingresso sembra poter dare una scossa all'attacco milanista, si spegne presto).

Higuain 4,5: sbaglia il rigore, che si procura. Nervoso, nella ripresa si fa espellere per doppia ammonizione. La prima da ex è da dimenticare.

All. Gennaro Gattuso 5,5: Le numerose assenze non lo aiutano, ma si consegna quasi senza colpo ferire allo strapotere della Juventus.

JUVE

Szczesny 7: decisivo sul calcio di rigore, per il resto è quasi mai impegnato.

Cancelo 7: non è al meglio, ma non fa mancare il suo contributo in fase di spinta. Devastante nella ripresa in occasione del raddoppio.

Benatia 6: commette fallo da rigore, per il resto vince il duello con Higuain.

Chiellini 6,5: dalle sue parti non si passa mai, qualche errore in fase di impostazione.

Alex Sandro 6,5: perfetto il cross per il gol di Mandzukic, cancella Suso dalla partita.

Bentancur 6,5: gara di grande sostanza, sempre nel vivo nella manovra è in crescita costante.

Pjanic 6: detta i tempi della manovra, ma come contro il Manchester è poco efficace quando c'è da verticalizzare. (dal 74' Khedira s.v.).

Matuidi 6: partita di grande sacrificio, tatticamente prezioso è sempre al posto giusto nel momento giusto. Meno devastante del solito negli inserimenti.

Dybala 6: costretto spesso ad arretrare per trovare palloni giocabili, quasi mai pericoloso risulta però prezioso in fase di interdizione. (79' Douglas Costa s.v.).

Ronaldo 7: servito poco e male dai compagni, nel secondo tempo sale di tono e dopo un paio di conclusioni non da lui timbra il cartellino con il gol del 2-0.

Mandzukic 7: sblocca subito il risultato con un colpo di testa imperioso, presenza sempre preziosa davanti.

All. Massimiliano Allegri 6,5: Dopo la sconfitta contro il Manchester la squadra questa volta non lo tradisce, concentrata e determinata. Chirurgica nel concretizzare le occasioni.

Arbitro Paolo Silvio Mazzoleni 6: si rende conto che forse sul tocco di mani in area di Benatia la sua valutazione è errata, va a consultare il VAR e concede giustamente il rigore. Ineccepibile anche sull'espulsione di Higuain, dopo il fallo su Benatia il Pipita si lascia andare a proteste eccessive.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata