Serie A, le pagelle di Juventus-Napoli 2-1
In gol Bonucci e Higuain per i bianconeri, Callejon per i partenopei

Le pagelle di Juventus-Napoli 2-1, anticipo dell'undicesima giornata di Serie A.

Juventus

Buffon 6: nel primo tempo controlla senza problemi l'unico tiro centrale di Allan. Nel secondo è incolpevole sul gol di Callejon, per il resto è poco impegnato.

Barzagli 6.5: mette la museruola a Insigne senza troppi problemi, come sempre implacabile in marcatura.

Bonucci 7: attento nel controllare Mertens, prova a dare man forte alla manovra viste le gravi difficoltà di Hernanes a centrocampo.  Si fa trovare pronto sull'errore di Ghoulam e fulmina Reina con un bolide di destro sotto la traversa.

Chiellini 6: grande attenzione in difesa, fa valere il fisico nei contrasti. Dopo meno di quaranta minuti è costretto a lasciare di nuovo il campo per un infortunio muscolare. (dal 38' Cuadrado 7: entra e la Juve si accende, le sue folate sulla fascia mettono in crisi la difesa del Napoli. Dai suoi piedi nascono pericoli costanti. In questo momento la Juve non può farne a meno).

Lichtsteiner 6: entra in campo determinato, a volte anche troppo. Non viene innescato come si dovrebbe, spreca una buona occasione su respinta corta di Reina sparando al volo alto da posizione non facile. Nel finale di tempo arretra nella linea a tre di difesa. Si fa trovare impreparato sul gol di Callejon.

Khedira 6: non è brillante come ad inizio stagione, prova a far valere il suo senso tattico. Dal suo piede nasce l'unica palla giocabile in area per Higuain. Ripresa di lotta e di governo.

Hernanes 5: primo tempo disastroso, gioca sempre in orizzontale e perde almeno 4 palloni sulla trequarti che avrebbero potuto creare grossi problemi alla difesa. Leggermente meglio nella ripresa. In questo momento è però un punto debole per la squadra di Allegri. (dal 75' Sturaro s.v).

Pjanic 5: troppo timido per uno che dovrebbe essere il faro illuminante del centrocampo. Un paio di discrete aperture e nulla più. Trotterella per il campo, a tratti in modo irritante. (dal 67' Marchisio 6: entra subito in partita, non sembra nemmeno che sia lontano dai campo da sei mesi. Recupero importante per le geometrie della squadra di Allegri).

Alex Sandro 6.5: l'unico che sembra avere le idee chiare, prova un paio di affondi sulla fascia e proprio da un suo cross nasce l'occasione più pericolosa del primo tempo con la respinta corta di Reina sui piedi di Lichtseiner. Nella ripresa continua a spingere come un forsennato, unica pecca anche lui si fa uccellare da Callejon in occasione dell'1-1.

Higuain 7: servito una sola volta in profondità da Khedira nel primo tempo viene anticipato da Chiriches in chiusura disperata. Nella ripresa di fatto si costruisce da solo l'azione che lo porta a firmare il gol del 2-1. Per il resto combatte, arretrando spesso anche a dare man forte a centrocampo.

Mandzukic 6: tanto movimento, il croato non disdegna certo in generosità. Purtroppo per lui non viene mai servito a dovere, da rivedere la coabitazione con Higuain.

All. Allegri: il gioco latita, per fortuna che ha in squadra dei campioni in grado di risolvere le partite alla prima occasione buona.


Napoli

Reina 6: un paio di uscite azzardate in cui non denota grande sicurezza. Incolpevole sui gol.

Hysaj 5.5: si limita a tenere la posizione per frenare le avanzate di Alex Sandro. Non sempre ci riesce.

Chiriches 6.5: decisivo in chiusura su Higuain nel primo tempo. Fa valere il fisico sui palloni alti. Non bello da vedere, ma efficace.

Koulibaly 6.5: solido come una roccia, impossibile sovrastarlo fisicamente. Prova a dare man forte in costruzione, ma a volte tende ad esagerare in sicurezza.

Ghoulam 4: anche lui spinge poco costretto sulla difensiva da Lichtsteiner prima e Cudrado poi. Nel finale di primo tempo prova su punizione dal limite, ma calcia alto. Ripresa da film horror. Da due suoi errori, uno clamoroso l'altro meno, nascono i due gol della Juve.

Allan 6.5: motorino inesauribile, pressa come un dannato su chiunque della Juventus entri in possesso di palla. Sua l'unico vero tiro in porta del primo tempo. Lascia il campo dopo aver dato tutto. (dal 75' Zielinski s.v.).

Diawara 6.5: schierato come frangiflutti davanti alla difesa, il giovane proveniente dal Bologna dimostra personalità e non tira mai indietro la gamba. Il futuro è dalla sua.

Hamsik 6: gioca con grande senso tattico costretto di fatto a fare il regista in assenza di Jorginho, meno incisivo del solito in fase di inserimento. (dall'81' El Kaddouri s.v).

Callejon 6.5: controllato dalla difesa juventina per più di un tempo, sfrutta l'unica occasione buona per firmare l'1-1 su uno schema ormai consolidato sul lancio illuminante di Insigne.

Mertens 6: stritolato dalla marcatura di Bonucci, prova da solo ad impensierire la retroguardia bianconera.

L. Insigne 6.5: delizioso l'assist per Callejon in occasione del pareggio. Con la palla fra i piedi dà sempre la sensazione di poter creare qualcosa di buono. (dal 60' Giaccherini 5: mezzora da ex in cui non la vede mai).

All. Sarri: senza un attaccante di ruolo fa quello che può, dal punto di vista della qualità del gioco il suo Napoli esce dallo Juventus Stadium a testa alta.


Arbitro Rocchi 6: partita non facile da gestire, sempre pronta ad infiammarsi. Tiene bene a bada i bollenti spiriti dei giocatori, corretta la gestione dei cartellini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata