Serie A, la Lazio torna a vincere: Cagliari travolto 3-1 all'Olimpico

La squadra di Inzaghi riprende la caccia al quarto posto. Segnano: Milinkovic-Savic, Acerbi e Lulic. Rigore per i rossoblu realizzato da Joao Pedro

Vittoria schiacciante della Lazio che supera senza problemi un Cagliari colmo di assenza e riprende la caccia al quarto posto con tre punti che la rilanciano in classifica. Inizio totalmente di marca laziale, con l'undici di Inzaghi che spinge alla ricerca del vantaggio sfiorandolo due volte, prima con Lulic bravo ad anticipare Pisacane ma non preciso nel tiro aprendo troppo il diagonale mancino e poi con Milinkovic-Savic che stacca bene su corner ma vede il suo colpo di testa salvato con un bell'intervento da Cragno. Si tratta solo del preludio al gol, che arriva al dodicesimo: conclusione di Correa respinta dal portiere sardo e tap-in vincente di Milinkovic-Savic che torna al gol in Serie A dopo tre mesi.

I capitolini dominano e cercano con insistenza il raddoppio, con Immobile che al ventunesimo va vicino alla marcatura con un tiro di prima intenzione che però dopo aver rimbalzato sotto la traversa ricade pochi centimetri prima della linea di porta (con la goal-line technology a confermare). Il 2-0 però è maturo ed a segnarlo è Acerbi, che su azione da corner dopo un batti e ribatti mette dentro trovando gloria personale dopo la rete che gli era stata annullata a Bergamo per offside. Gli ospiti proprio non ci sono e nonostante i biancocelesti abbassino un po' il ritmo non ne approfittano, anzi, rischiano anche di subire qualche contropiede con il sempre pungente Immobile che però viene tenuto a bada dalla retroguardia di Maran.

All'intervallo Parolo e compagni sono saldamente avanti. Alla ripresa doppio cambio nel Cagliari con Pajac e Farias in campo al posto di Klavan e Cerri, ma la musica non cambia. Al quinto minuto ancora Milinkovic-Savic di testa salta bene e per poco non trova un involontario assist per Acerbi, poi subito dopo azione insistita di Luis Alberto, tocco per Correa e tiro improvviso deviato con le gambe con buon riflesso da Cragno. Al decimo finalmente il Cagliari: errore in disimpegno di Luis Felipe e azione convulsa che porta al tiro Faragò, al quale si oppone col piede destro Strakosha mettendo in corner. La Lazio intuisce che è il caso di continuare a spingere ed approfittando degli spazi necessariamente concessi dagli avversari si rende pericolosa in contropiede. Dopo alcuni sprecati mancando l'ultimo passaggio al ventiduesimo arriva il tris: Immobile porta palla e taglia la difesa avversaria con un perfetto tocco per Lulic, bravo a finalizzare chiudendo di fatto il match.

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA 17ESIMA GIORNATA

Il ritmo cala, le squadre cominciano a pensare ad i prossimi impegni ravvicinati e Inzaghi cambia qualcosa, con una delle sostituzioni che però è forzata e preoccupa l'ambiente, con Luis Alberto che si ferma e chiede di uscire. A cinque dalla fine grande intervento di Strakosha, che si oppone ad una conclusione dal cuore dell'area di rigore di Dessena. Il gol della bandiera però arriva nel recupero: gomitata folle di Bastos in area pescata dal Var e penalty realizzato da Joao Pedro.

LAZIO-CAGLIARI 3-0
12' Milinkovic-Savic (L), 23' Acerbi (L), 67' Lulic (L), 93' rig. Joao Pedro (C)

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Luis Felipe, Acerbi, Radu (dal 35' st Bastos); Marusic, Parolo, Milinkovic (dal 24' st Leiva), Lulic; Luis Alberto (dal 32' st Lukaku), Correa; Immobile. All. Inzaghi.
CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Pisacane, Klavan (dal 1' st Pajac), Romagna, Padoin; Faragò, Bradaric, Ionita; Barella (dal 27' st Dessena), Joao Pedro, Cerri (dal 1' st Farias). All. Maran.
ARBITRO: Manganiello di Pinerolo.
NOTE: Ammoniti Faragò (C), Bastos (L), Immobile (L).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata