Serie A, la Lazio si risolleva: Immobile stende la Fiorentina

re punti per la Lazio, che si porta momentaneamente al terzo posto in classifica scavalcando proprio la Fiorentina che rimane comunque in piena lotta per il quarto posto

La Lazio riscatta appieno la sconfitta di Francoforte e vince di misura una gara equilibrata contro un'ottima Fiorentina grazie al suo bomber. Prestazione non eccezionale di Lulic e compagni, ma alla fine gli episodi hanno premiato Inzaghi.

Partita subito interessante con un'occasione per parte nei primi cinque minuti: prima Parolo raccoglie una corta respinta della difesa viola e calcia di pochissimo a lato e subito dopo Pjaca irrompe su cross di Biraghi ma vede la sua botta a colpo sicuro respinta fortunosamente dal corpo di un avversario. Al settimo ancora il croato riceve un pallone da Simeone e calcia con potenza ma senza precisione, poi cinque minuti dopo ancora l'attivissimo Parolo chiama Lafont all'intervento col portiere che blocca il suo rasoterra. Al ventiquattresimo si vede Caicedo, che su cross di Marusic non trova il gol per questione di centimetri, ma al ventisettesimo sono i toscani a divorarsi il vantaggio con Biraghi che recupera un pallone perso in maniera sciagurata da Wallace ma tutto solo davanti a Strakosha spara il pallone in curva. Alla mezz'ora il portiere laziale deve salvare su un bel diagonale di Simeone, ma si capisce che oramai il gol è maturo: al trentasettesimo a gioire sono i biancocelesti, quando Radu prolunga di testa su calcio d'angolo con Immobile che deve solo spingerla dentro. La squadra di Pioli non si abbatte e si getta subito alla ricerca del pareggio ma la difesa biancoceleste fa buona guardia, specie con Acerbi che ingaggia uno splendido duello con Simeone.

TUTTE LE PARTITE DELL'OTTAVA GIORNATA

Al rientro in campo Pioli prova a cambiare qualcosa inserendo subito Edmilson Fernandes al posto di Benassi, con la squadra che sembra beneficiarne ed al nono sfiora il pari dopo un'azione strepitosa di Chiesa che salta Wallace e serve Biraghi il cui tiro viene parato da Strakosha. L'esterno della nazionale italiana sembra poter portare sempre pericoli nell'area avversaria e spesso i giocatori laziali devono raddoppiare su di lui, ma nonostante questo i compagni non ne approfittano. Non ne approfitta neanche la squadra di Inzaghi però, che pur avendo a disposizione grossi spazi per agire di rimessa non riesce più a rendersi pericolosa con Immobile troppo isolato in attacco. I minuti finali però regalano tantissime emozioni: al trentottesimo Chiesa calcia bene verso la porta ma trova ancora il guizzo di un ottimo Strakosha, mentre tre minuti dopo è bravissimo Radu a fermare il neo-entrato Sottil ben servito da Simeone. A due dalla fine Lafont salva alla grande su Correa ma nei minuti di recuperò è ancora più incredibile l'intervento di Acerbi, che in scivolata impedisce che il cross di Edmilson arrivi a Simeone appostato tutto solo a due passi dalla linea di porta.

LAZIO-FIORENTINA 1-0
37' Immobile

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace (dal 12' st Luiz Felipe), Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Immobile (dal 40' st Berisha), Caicedo (dal 7' st Correa). All. Inzaghi.
FIORENTINA: Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (dal 1' st Edmilson), Veretout, Gerson (dal 18' st Eysseric); Chiesa, Simeone, Pjaca (dal 34' st Sottil). All. Pioli.
NOTE: Ammoniti Lulic (L), Caicedo (L), Pjaca (F), Gerson (F), Marusic (L), Correa (L), Vitor Hugo (F), Berisha (L)
ARBITRO: Orsato di Schio

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata