Serie A, Lazio-Juventus 0-1: le pagelle

Queste le pagelle di Lazio-Juventus 0-1, incontro valido per la 27/a giornata di Serie A.

LAZIO

STRAKOSHA 6: Non deve mai sporcarsi le mani in parate. Le usa però all'ultimo secondo per raccogliere dalla rete la magia made in Dybala.
LUIZ FELIPE 6: Fino al minuto 93 è perfetto poi si fa beffare dalla 'Joya' nell'azione del gol.
DE VRIJ 6: Guida la difesa con personalità senza sbavature. L'aver annunciato l'addio non lo turba.
RADU 6: Corre, ringhia e quando serve ci mette anche le maniere forti. E' uno dei pilastri della retroguardia laziale. (90'st Murgia sv).
LULIC 6.5: Il capitano è il migliore in campo sponda biancoceleste. Difende, attacca e corre dal primo minuto fino al triplice fischio finale.
PAROLO 6: Solita partita di intensità. Anche lui non riesce a fermare Dybala nell'azione del gol.
LEIVA 6: Il classico 'volante' fa girare la palla con esperienza e sapienza.
MILINKOVIC SAVIC 5.5: Si accende a fasi alterne, da uno come lui ci si attende di più.
LUKAKU 6: Sulla sua fascia di competenza è una certezza in ambedue le fasi di gioco.
LUIS ALBERTO 5.5: Complice anche la stanchezza non è il solito. Manca il guizzo che lo contraddistingue. (70' Felipe Anderson 5: Fallisce la prova nei venti minuti che Inzaghi gli regala).
IMMOBILE 5.5: Sbatte a più riprese contro il muro bianconero senza riuscire a scalfirlo. Generoso come sempre. (79'st Caicedo sv).
INZAGHI 6: Vorrebbe festeggiare un gol di Immobile ma resta immobile dopo aver visto quello di Dybala. Alla sua Lazio però non si può imputare nulla.

JUVENTUS

BUFFON 6: Due parate, per lui, di ordinaria amministrazione nel primo tempo e niente altro.
BENATIA 6: Con le buone e con le cattive tiene a bada Immobile con profitto.
RUGANI 6.5: Il più giovane della retroguardia bianconera ma anche il migliore. Prova di grande personalità.
BARZAGLI 6: Prima centrale e poi terzino. Se la cava con esperienza e sagacia tattica.
LICHTSTEINER 5.5: Sente la partita e si vede. Troppo nervoso, Allegri lo capisce e lo toglie. (57'st Douglas Costa 5.5: In campo per dare una scossa, non ci riesce).
KHEDIRA 6: Si prende carico del lavoro oscuro e lo fa bene.
PJANIC 6: grande ex in campo, non brilla come in altre occasioni ma fa comunque sentire la sua presenza in mezzo.
MATUIDI 6: Non si fa notare troppo ma si sente. E' un argine prezioso nel centrocampo bianconero.
ASAMOAH 5.5: Usato in più ruoli ma troppi errori di misura.
DYBALA 8: Un tiro, un gol e che gol. Un killer con la faccia da bambino che uccide la Lazio. (94'st Chiellini sv).
MANDZUKIC 5.5: Non è il solito 'Super Mario'. Sbaglia un gol facile nei primi minuti e non si rende mai pericoloso (72'st Alex Sandro 5.5: Entra e si fa subito ammonire).
ALLEGRI 6.5: La partita a scacchi con Inzaghi finisce in perfetta parità ma lo scacco matto di Dybala lo manda in Paradiso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata