Serie A, l'Atalanta batte il Bologna 1-0 ed è seconda
Serie A, l'Atalanta batte il Bologna 1-0 ed è seconda

Decide Muriel nel primo anticipo della 35esima giornata. Bergamaschi temporaneamente davanti alla squadra di Conte. Espulso Gasperini dopo lite con Mihajlovic

L'Atalanta torna a correre. Un gol di Muriel nel secondo tempo consente alla squadra di Gasperini di superare il Bologna per 1-0, nell'anticipo della 35/a giornata di Serie A. I nerazzurri orobici scavalcano di nuovo l'Inter e si riportano momentaneamente al secondo posto in classifica, a -6 dalla Juventus capolista. Diciottesimo gol stagionale per Muriel, tornato in campo con un turbante dopo l'incidente domestico della scorsa settimana. Con questa vittoria, l'Atalanta stacca anche matematicamente il pass per la prossima Champions League. Seconda sconfitta consecutiva per il Bologna, che riscatta solo parzialmente la brutta prova di San Siro contro il Milan. I ragazzi di Mihajlovic restano in partita fino alla fine, a conferma che le strigliate dei giorni scorsi hanno avuto effetto.

Poche novità di formazione per l'Atalanta, una autentica rivoluzione in casa Bologna. Gasperini lascia ancora fuori Ilicic, confermando Pasalic al fianco di Gomez alle spalle di Zapata. Panchina per Muriel e Malinovskyi. Mihajlovic schiera dall'inizio Skov Olsen e Svanberg, mentre al centro dell'attacco si rivede l'eterno Palacio.

Primo tempo giocato a viso aperto dalle due squadre, con buoni ritmi nonostante il caldo. Nel primo quarto d'ora Atalanta pericolosa più volte con il trio offensivo Pasalic, Zapata e Gomez. Di Soriano e dell'ex Barrow le uniche occasioni degne di nota del Bologna. Alla mezzora Atalanta vicina al vantaggio con una azione innescata da Zapata, proseguita da Pasalice che impegna Skorupski da centro area. Ci prova poi Toloi di testa, su calcio d'angolo, ma senza fortuna. La replica del Bologna con una traversa colpita da Barrow su punizione. Prima dell'intervallo scoppia un battibecco fra le due panchine, ne fa le spese Gasperini che viene espulso. Solo ammonito Mihajlovic.

Nel secondo tempo, nell'Atalanta subito in campo Muriel (con tanto di turbante) al posto di Pasalic. I nerazzurri iniziano a spingere con maggior insistenza e sfiorano il gol a ripetizione, proprio con Muriel poi con Castagne e ancora con Toloi due volte. Il Bologna è costretto ad abbassare il proprio baricentro e fatica ad uscire dalla sua metà campo. Il gol è nell'aria e arriva puntuale al 62' firmato da Muriel, con un gran destro su assist di Zapata. La 'connection' colombiana dell'Atalanta si conferma micidiale. Dopo una girandola di cambi, nelle file rossoblu entrano Sansone e Orsolini mentre in quelle nerazzurre escono Gomez e Zapata sostituiti da Malinovskyi e Colley. E' proprio il giovane attaccante, neo entrato, a sfiorare subito il raddoppio. Questa volta Skorupski respinge. Nel finale, la squadra di Gasperini amministra senza problemi il vantaggio rintuzzando il tentativo orgoglioso del Bologna di arrivare al pareggio. Vittoria numero 22 in campionato per l'Atalanta (record nella sua storia), settima di fila in casa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata