C'è Juve-Sassuolo: per Dybala si avvicina un'altra panchina

Allegri è pronto a far scendere in capo la formazione migliore per far fuori i secondi

Fuori i secondi. Questo è quanto spera di fare la Juve domenica con il Sassuolo, (fare) fuori i secondi. Per riuscirci Massimiliano Allegri è pronto a varare la miglior formazione possibile, con un occhio e non di più ai prossimi impegni: mercoledì c'è la delicata sfida di Champions con il Valencia, in generale si gioca ogni tre giorni.

Questo tour de force convincerà il tecnico bianconero a lasciare a riposo chi arriva da due partite disputate con la Nazionale: un'esclusione che vale per tutti tranne che per Blaise Matuidi perché "lui gioca sempre". E forse nemmeno per Joao Cancelo, chiamato a sfidare Alex Sandro e Mattia De Sciglio per le due maglie da titolare sugli esterni bassi. Pensando una partita alla volta, ecco che il dubbio rimane sempre lo stesso in realtà: Dybala sì o Dybalano?

Attorno alla Joya è ruotata gran parte della conferenza stampa della vigilia: Allegri lo ha stuzzicato e lo ha difeso, lo ha coccolato e lo ha redarguito. Ma alla fine della fiera anche domenica Dybala dovrebbe partire dalla panchina. A meno che la nottata non convinca il tecnico bianconero a stravolgere tutto, riproponendo un 4-2-3-1 con l'argentino al posto di un centrocampista, ecco che alla fine la Juve dovrebbe nuovamente presentarsi in campo con il 4-3-3 delle ultime uscite.

Quindi Szczesny in porta, nonostante Perin "si stia allenando bene e sarebbe pronto per giocare". Poi De Sciglio e Alex Sandro (o Cancelo) sulle fasce, con Benatia favorito su Rugani per il ruolo di centrale al fianco di Bonucci mentre capitan Chiellini verrà lasciato a riposo in vista della Champions. A centrocampo le certezze sono rappresentate dall'esclusione di Pjanic e dalla partenza di Matuidi dal 1', con Emre Can e Khedira favoriti su Bentancur che pure è stato provato in cabina di regia nell'ultimo allenamento. E davanti non si cambia: Bernardeschi a ispirare Cristiano Ronaldo e Mandzukic, con Douglas Costa devastante dodicesimo uomo e Dybala a caccia di sé stesso. A proposito, su CR7 c'è Allegri che non ha alcun dubbio: "Si sbloccherà e farà gol". Allora parola al campo, che poi non mente mai: appuntamento alle 15 all'Allianz Stadium. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata