Serie A, il Genoa sprofonda: il Chievo vince 2-1 a Marassi
I rossublù hanno fallito il match point salvezza

Brutta sconfitta per il Genoa al Luigi Ferraris contro il Chievo. I ragazzi di Maran si sono imposti per 1-2 in rimonta, ingarbugliando la situazione di classifica dei liguri. Juric alla vigilia l'aveva definita la partita più importante della storia recente del Genoa, ma i rossublù hanno fallito il match point salvezza. Prima dell'inizio un corteo pacifico dei tifosi del Grifone ha marciato da Piazza Alimonda allo stadio, dimostrando affetto e amore verso il club. I calciatori li hanno ripagati sul campo solo nella prima frazione di gioco, dove il Genoa ha giocato con grinta, cuore e caparbia, dominando e andando all'intervallo in vantaggio di una rete. Un gol di Pandev aveva sbloccato l'incontro sul finire di primo tempo: il macedone al 43' è stato abile a scaraventare in rete una girata di sinistro su assist rasoterra di Laxalt. Poco prima Giovanni Simeone aveva fallito miseramente un calcio di rigore, calciando direttamente fuori dagli undici metri.


Ad inizio ripresa fumogeni e bengala lanciati dalla Curva Nord costringono l'arbitro Pairetto a redarguire i dirigenti presenti in panchina minacciando di sospendere l'incontro. Ne risentono i calciatori del Genoa che sono inspiegabilmente molli e distratti. Ne approfitta il Chievo: Bastien con un imperioso stacco di testa concretizza un cross dalla destra di Castro e fa 1-1 al 60'. Genoa alle corde e Chievo completamente rigenerato. Passano 10 minuti e la rimonta clivense è completata: stessa azione, cambiano solo i protagonisti; Gobbi va via in contropiede e serve una gran palla a Birsa, che di testa firma il gol del sorpasso. Inutili gli assalti finali dei padroni di casa, che escono tra i fischi di Marassi. Il Chievo dopo 5 stop torna alla vittoria, per il Genoa ci sono ancora 5 punti di vantaggio da difendere sul Crotone.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata