Serie A, il Cagliari ritrova sorriso: Cigarini e Sau stendono la Spal
Tre punti importantissimi per la squadra di Lopez

Più di un mese dopo il Cagliari torna a vincere e lo fa in una gara che vale doppio, perché ottenuta contro la Spal, diretta concorrente per la salvezza e da oggi ancor più distante in classifica. Dopo il punto d'oro conquistato a Crotone la squadra di Lopez incamera tre punti pesantissimi con un'altra pericolante e pazienza se il tutto esaurito allo stadio non ha assistito a uno spettacolo imperdibile. Era solo la partita, che non si poteva perdere. Un gol per tempo - più un altro annullato col Var a Joao Pedro - legittimano il finale e inguaiano gli estensi, sempre terzultimi ma ora più staccati.

Più cartellini gialli (quattro solo in 25') che palle gol nel primo tempo, dove a prevalere è la paura. Le due squadre si studiano senza affondare i colpi ma lottando con grande agonismo in tutte le zone del campo. Per vedere la prima occasione bisogna aspettare il 20'. Sugli sviluppi di un corner, Antenucci si coordina e calcia al volo. Provvidenziale il muro di un difensore, che salva i suoi. A sbloccare una gara noiosa arriva la giocata individuale, unica alternativa per spezzare l'inerzia di una gara bloccata. E' il 34' rimessa laterale, palla da Padoin a Cigarini che da fuori area fa partire un tiro secco e potente e centra il secondo gol di fila dopo quello di Crotone.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata