Serie A, Genoa spreca e Spal lo raggiunge in dieci: 1-1 al Ferraris
Un match ad alto ritmo tra rigori sbagliati e segnati, Var, espulsioni e polemiche

Rigori sbagliati e segnati, Var, espulsioni e polemiche. Cosa non è successo tra Genoa e Spal. Finisce in parità quello che è diventato uno scontro salvezza con il Grifone, che non riesce a respirare dopo un momento-no che l'ha ricacciato nella zona calda (tre sconfitte consecutive nelle precedenti cinque partite) e la Spal che, nonostante qualche decisione arbitrale sfavorevole, continua la striscia positiva dopo due vittorie e due pareggi. Non ha rubato nulla la squadra di Semplici, che pure si è ritrovata in 10 dopo neanche mezzora per una dubbia espulsione di Vicari. Continua ad essere invece un rebus il Genoa, che dà l'impressione di avere potenzialità ma di non riuscire ad esprimerle.

La prima emozione è subito per cuori forti. Dopo neanche 5' per un fallo di Meret su Bertolacci lanciato a rete l'arbitro concede un rigore al Genoa ma Lapadula si fa ipnotizzare dal portiere spallino e neutralizza il tiro dal dischetto. La gara non decolla, la Spal si difende con ordine ma non riesce a rendersi particolarmente pericolosa mentre il Genoa va a fiammate. Su una di queste ecco l'episodio che fa saltare i nervi agli ospiti. Felipe sbaglia, Meret viene saltato da Lapadula ma poi Vicari salva tutto. L'arbitro però viene richiamato dal Var che evidenzia un presunto fallo di Vicari su Lapadula: rosso per il giocatore della Spal e nuovo rigore per il Genoa che stavolta Lapadula non sbaglia, portando i liguri avanti di un gol e..di un uomo. Decisione tutta da decifrare che cambia il match ma che non scoraggia gli estensi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata