Serie A, Piatek-Pandev stendono il Chievo: Genoa vince 2-0

Successo meritato dei padroni di casa

Il Genoa si prende tre punti contro un Chievo sempre più in difficoltà e si rilancia in classifica. Successo ampiamente meritato quello di Criscito e compagni, che hanno trovato un bomber di categoria e finalmente si sono dimostrati molto solidi in difesa.

Inizio di partita dai ritmi altissimi, le squadre attaccano e cercano il vantaggio ma nonostante ciò di occasioni da gol se ne vedono poche. La prima nitida è al decimo minuto, quando Giaccherini lascia partire una conclusione molto velenosa ma l'estremo difensore dei liguri Radu guarda il pallone sfilare a pochi centimetri dal palo. La replica dei padroni di casa è al ventiduesimo, con Piatek che ci prova dalla lunghissima distanza mandando però la sfera molto alta sopra la traversa della porta clivense.

Tre minuti dopo si fa vedere ancora il bomber polacco staccando bene di testa su calcio d'angolo ma anche in questa circostanza non riesce ad inquadrare la porta di Sorrentino. Al trentaquattresimo rossoblù vicinissimi al vantaggio: azione insistita di uno scatenato Piatek che riesce ad arrivare alla conclusione ma colpisce un clamoroso palo a portiere battuto.

Tre minuti dopo il numero nove genoano si becca un cartellino giallo per simulazione, ma al quarantaduesimo corona un primo tempo giocato da assoluto protagonista portando in vantaggio la sua squadra: fuga sulla fascia sinistra di Lazovic che alza la testa e vede Piatek appostato nei pressi del limite dell'area di rigore e il cui tiro fulmineo termina la propria corsa in fondo al sacco. Prima del riposo c'è ancora tempo per un altro pericolo creato da Piatek, ma il suo colpo di testa finisce a lato per un soffio. All'intervallo comunque la squadra di Ballardini arriva meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa il Chievo sembra più volitivo ma la rete del 2-0 è una vera e propria sentenza: al nono minuto infatti dopo una respinta corta della difesa la palla giunge sui piedi di Pandev che lascia partire uno dei suoi tiri mortiferi e trova un angolino dove Sorrentino proprio non può arrivare. D'Anna prova a cambiare qualcosa ed inserisce anche Birsa per dare un po' più di fantasia ma Radu praticamente non corre pericoli se non per qualche sporadico tentativo di Stepinski, l'unico a provarci ma senza mai riuscire a centrare lo specchio della porta.

L'unico vero intervento importante dell'estremo difensore genoano è al trentunesimo, quando Barba interviene su un calcio di punizione di Giaccherini ma vede la sua conclusione salvata dal portiere romeno arrivato in prestito dall'Inter. I minuti finali scorrono passivamente senza che ci siano altri sussulti, con il Genoa che incassa i tre punti e si porta a quota nove punti in classifica, mentre il Chievo con la penalizzazione è addirittura sotto lo zero e dopo quanto visto in queste prime sei partite vede la salvezza solamente come un miraggio. 

GENOA-CHIEVO 2-0

RETI: 42' pt Piatek (G), 9' st Pandev (G).

GENOA(3-4-1-2): Radu; Biraschi, Spolli, Criscito; Pereira, Romulo, Hiljemark (dal 33' st Mazzitelli), Lazovic (dal 29' st Zukanovic); Pandev (dal 12' st Bessa); Kouamé, Piatek. A disp. Marchetti, Vodisek, Lakicevic, Gunter, Sandro, Rolon, Medeiros, Dalmonte, Favilli. All. Ballardini. 

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic (dal 3' st Depaoli), Rossettini, Barba; Rigoni N., Radovanovic, Hetemaj (dal 1' st Birsa); Giaccherini, Leris (dal 34' st Pellissier); Stepinski. A disp. Seculin, Tanasijevic, Jaroszynski, Burruchaga, Obi, Kiyine, Pucciarelli, Meggiorini, Djordjevic. All. D'Anna.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Note: ammoniti Leris (C), Criscito (G), Kouamé (G), Hetemaj (C), Pandev (G), Piatek (G), Depaoli (C), Rossettini (C).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata