Serie A, Fiorentina non si ferma più: Simeone-Chiesa, Crotone ko
Una vittoria dedicata ad Astori e Mondonico

L'emozione e il dolore continuano ad essere di casa a Firenze: è ancora nella memoria di tutti il dramma di Astori (che è stato omaggiato dalla curva Fiesole che al 13' ha cantato cori per lui) ma oggi al Franchi è stata ricordata anche la figura di Mondonico, che portò i viola in A dopo la retrocessione e che è sempre stato un grande simpatizzante della Fiorentina. Occorreva vincere anche per lui e di mezzo c'è andato il Crotone che resta terzultimo ma che fatica. E' bastato un gol lampo di Simeone ma c'è voluta anche la fortuna, unita all'espulsione di Capuano che ha lasciato in 10 il Crotone dopo neanche un'ora di gioco lasciando poi via libera al definitivo 2-0 dei locali.

Pronti, via ed è subito Fiorentina. Dopo soli 3' ci pensa Simeone: sul cross di Olivera in area di rigore allontana troppo corto di testa Martella. Si avventa sul pallone Eysseric che obbliga Cordaz ad una respinta di riflessi ma la sfera rimane lì. Sulla respinta è più lesto di tutti l'argentino si trova al posto giusto ed al momento giusto ed è bravo ad avventarsi e a mettere in rete la sua ottava rete stagionale dopo un lungo digiuno. Al 9' Saponara fa ripartire la sua squadra palla al piede ed apre a sinistra, portando al tiro Olivera. L'uruguayano strozza però la conclusione, che termina tra le braccia di Cordaz. Il Crotone si vede (male) dopo il quarto d'ora con Ceccherini che prova a sorprendere Sportiello dalla sua metà campo. La conclusione si perde alta di tantissimi metri: tiro a dir poco velleitario.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata