Serie A, Fiorentina non sa più vincere: Frosinone la riprende all'89', 1-1

Sorride il Frosinone che ha il merito di crederci fino alla fine e conquista un punto prezioso in chiave salvezza

La Fiorentina non guarisce dalla pareggite e infila il quarto X consecutivo. La squadra di Pioli frena a Frosinone nell'anticipo (1-1) e ancora una volta viene raggiunta dopo essere passata in vantaggio, ormai una consuetudine. Dopo la rete di Benassi ad inizio ripresa, i laziali di Longo trovano ad un minuto dalla fine il pari con Pinamonti. Ai gigliati, senza vittorie da ormai cinque gare, non basta dominare il primo tempo, nel quale creano molto senza però concretizzare. E nella ripresa pagano il mancato colpo del ko ai padroni di casa, a conferma delle grandi difficoltà realizzative.

Sorride il Frosinone che ha il merito di crederci fino alla fine e conquista un punto prezioso in chiave salvezza, oltre al quarto risultato utile consecutivo. La Fiorentina perde l'occasione per balzare in zona Europa. Per il suo 3-4-3 Longo sceglie Vloet, preferito a Soddimo, e Campbell come supporto a Ciofani. A trainare in avanti il 4-3-3 di Pioli, il tridente formato da Pjaca, preferito a Mirallas, Simeone e Chiesa. A centrocampo, insieme a Veretout e Benassi, c'è Gerson, preferito a Edmilson Fernandes.

La Fiorentina domina gli iniziali 45'. Primo squillo della Viola intorno al quarto d'ora, in contropiede: Simeone riceve da Veretout e scarica il diagonale: Sportiello sventa di piede, poi Chiesa non riesce nella ribattuta. Ci prova poi Biraghi su piazzato, il portiere di casa è attento e devia in angolo. Si fanno vedere i ciociari: Vloet libera la discesa di Beghetto, il suo tiro-cross non spaventa Lafont e si spegne sul fondo. Frosinone vicinissimo al vantaggio con la prima vera palla gol costruita: sulla punizione di Maiello Araiudo fa sponda verso il centro per Capuano, il suo colpo di testa manca lo specchio di un nulla. Risponde la squadra toscana con Pjaca, che impegna Sportiello alla presa in due tempi.

Sfortunata poi la formazione di Pioli, con il palo che salva Beghetto dal quasi-autogol nel tentativo di anticipare Pjaca. Ma la spinta del croato sembra evidente. Fiorentina ancora pericolosa con un destro di prima intenzione di Benassi, su assist di Pjaca. E proprio l'ex centrocampista del Torino firma il vantaggio ad inizio ripresa, insaccando con un tocco sporco il perfetto traversone di Chiesa dalla sinistra (47'). Il vantaggio non accontenta la Fiorentina, che continua a spingere: ancora Benassi in evidenza con una conclusione da fuori che non impensierisce Sportiello. Longo si gioca il doppio cambio, dentro Pinamonti e Cassata al posto di Campbell e Vloet. Pioli richiama invece il deludente Pjaca, dentro Edmilson Fernandes. Ospiti in controllo, padroni di casa che non riescono a creare pericoli fino alla fiammata che porta al tentativo da fuori di Zampano, deviato in angolo da Biraghi.

La ripartenza successiva dei viola culmina nell'assist di Simeone per Veretout: Sportiello si oppone di piede. L'ultima mossa di Longo è l'inserimento di Soddimo per Capuano, nelle file della Viola entra Mirallas. La Fiorentina cala un po' in attenzione e il Frosinone quasi ne approfitta, prima con una girata di Pinamonti, con parata senza problemi di Lafont, poi con un sinistro di Soddimo dopo un duetto con l'ex interista. Il portiere gigliato c'è. Prova a chiudere i giochi la Fiorentina: Mirallas, servito da Chiesa, vede il suo tiro deviato da Beghetto, sul successivo corner svetta Pezzella, senza fortuna. Cerca gloria Chiesa, che sciupa un buon assist di Mirallas, e successivamente con un diagonale di mancino impegna Sportiello alla respinta in corner con la punta delle dita. Proprio il 'Cholito', ancora una volta con le polveri bagnate, lascia spazio a Vlahovic. E a un minuto dalla fine, Pinamonti si inventa il pari spettacolare: da fuori lascia partire un siluro con palla che s'infila sotto l'incrocio, Lafont è battuto e la Fiorentina è beffata. Ancora una volta.

Ill tabellino 

MARCATORI Benassi (FI) al 2' s.t., Pinamonti (FR) al 44' s.t.

FROSINONE (3-4-1-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano (dal 31' s.t. Soddimo); Zampano, Chibsah, Maiello, Beghetto; Vloet (dal 17' s.t. Cassata); Ciofani, Campbell (dal 17' s.t. Pinamonti). A disposizione: Bardi, Ghiglione, Gori, Perica, Matarese, Brighenti, Cassata, Salamon, Krajnc, Crisetig, Pinamonti. All. Longo.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (dal 31' s.t. Mirallas), Veretout, Gerson; Pjaca (dal 21' s.t. Edimilson), Simeone (dal 42' s.t. Vlahovic), Chiesa. A disposizione: Brancolini, Dragowski, Laurini, Ceccherini, Norgaard, Eysseric, Dabo, Hancko, Diks. All. Pioli.

ARBITRO: Pasqua di Tivoli.

AMMONITI: Zampano, Ariaudo, Maiello (Fr)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata