Serie A, harakiri Atalanta: Empoli rimonta da 0-2 a 3-2

La squadra di Gasperini fallisce la quinta vittoria di fila che l'avrebbe proiettata a ridosso della zona Champions

Si mangia le mani l'Atalanta che fallisce la quinta vittoria di fila che l'avrebbe proiettata a ridosso della zona Champions e che riesce a perdere clamorosamente una partita che sembrava vinta. A Empoli dissipa un vantaggio di due gol e non riesce a chiudere una gara che sembrava essere saldamente in suo pegno, finendo con la beffa di una sconfitta in pieno recupero. Grande merito va ai toscani che ci hanno creduto fino alla fine, venendo premiati forse oltre il lecito. Finisce 3-2 dopo tante emozioni. Nell'Empoli in panchina non c'è Beppe Iachini, costretto a scontare una squalifica per espressioni ingiuriose nel match disputato prima della sosta.

Il primo tempo è un condensato di emozioni: due gol bergamaschi, un rigore concesso col Var ma sbagliato dall'Empoli che trova la forza di reagire, di accorciare e di sfiorare anche il 2-2 prima del riposo. Si parte con i padroni di casa avanti: all'8' cross forte e teso dalla sinistra di Krunic, che pesca sul primo palo La Gumina: deviazione del numero venti azzurro, ottimo il riflesso di Berisha. Replica bergamasca al 14': sugli sviluppi del calcio piazzato, sponda di Toloi per l'arrivo di Zapata: l'attaccante, in spaccata, manca l'appuntamento col pallone a pochi passi dalla linea. Il botta e risposta continua. Al 28' contropiede micidiale dell'Empoli, che si presenta a pochi passi da Berisha con Caputo: l'attaccante pugliese, però, si lascia ipnotizzare dall'estremo difensore albanese. Le occasioni si alternano e al 32' botta da fuori di Toloi che manda alto di poco. Poi il gol. Al 33' Gomez porta a spasso tre avversari e serve Ilicic, che di tacco aziona sulla destra Hateboer: cross di prima intenzione dell'olandese e Freuler, dopo una respinta, sul primo palo fulmina Provedel. L'occasione pareggiare arriva subito, al 37' colpo di testa di Caputo e braccio netto di Masiello, Manganiello non vede la il Var corregge. E' rigore ma dal dischetto Caputo colpisce la traversa. Doppia beffa per i toscani perchè sugli sviluppi dell'azione l'Atalanta in contropiede raddoppia. Cross da sinistra di Zapata ed Hateboer, dopo aver macinato chilometri senza palla, da pochi passi insacca. Non finisce qui perchè l'Empoli trova la forza di reagire e segna al 42': gran corsa di Di Lorenzo, che arriva sulla trequarti ed effettua il cross verso il centro dell'area. Djimsiti allontana la sfera, ma sui piedi di La Gumina che di potenza mette in rete. Prima del riposo anche l'occasionissima per pareggiare. Lancio lungo di Bennacer, che sorprende Toloi: Caputo, da posizione defilata, a tu per tu con Berisha non ne approfitta.

Nella ripresa il neoentrato Mancini al 4' per poco non segna il quarto gol consecutivo: sugli sviluppi di un corner, la sua incornata termina di poco alta sulla traversa della porta difesa da Provedel. La partita resta viva e con continui capovolgimenti di fronte. Le palle gol fioccano. Prima di lasciare il posto a Zajc si fa pericoloso Krunic con un tiro forte e teso dai venticinque metri: un diagonale rasoterra che termina distante di un soffio dalla porta difesa da Berisha. Quando l'Atalanta sembrava aver messo in ghiaccio il match ecco il gol del pari, anzi l'autogol. Al 32' è la deviazione di Masiello, nel tentativo di anticipare Lagumina, a beffare Berisha. L'Atalanta non ci sta e dopo un'iniziativa solitaria di Ilicic la palla buona arriva a Gosens che colpisce il palo a portiere battuto. A 6' dalla fine la 'Dea' resta in 10 per l'espulsione di Ilicic che protesta vivacemente dopo essere stato ammonito ma la gara non finisce qua. La sorpresa arriva in pieno recupero. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, cross di Pasqual e colpo di testa di Silvestre preciso, forte ed imparabile che fa esplodere il Castellani e regala il successo all'Empoli.

EMPOLI-ATALANTA 3-2
Freuler (A) al 33', Hateboer (A) al 40', Lagumina (E) al 42' pt, Masiello (A) autogol al 32', Silvestre (E) al 48' st.

EMPOLI: Provedel; Veseli, Silvestre, Maietta; Di Lorenzo, Krunic (Zajc dal 27' st), Bennacer, Traore (Acquah dal 40' st), Pasqual: Caputo, La Gumina (Mchedlidze dal 44' st). Allenatore Giuseppe Iachini.

ATALANTA: Berisha; Toloi (Mancini dal 1' st), Djimsiti, Masiello (Palomino dal 43' st); Hateboer, Freuler, De Roon, Gosens; Ilicic, Gomez; Duvan Zapata (Pasalic dal 1' st). Allenatore Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo.

Note: espulso Ilicic (A) al 39' st per proteste. Ammoniti Veseli (E), Masiello (A), Maietta (E), Gosens (A). 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata