Serie A, dopo prova tv 2 giornate a Strootman e una a Cataldi
La decisione del giudice sportivo dopo il derby

Due giornate di squalifica per Kevin Strootman. Lo ha deciso il giudice sportivo di Serie A dopo gli incontri della 15/a giornata. Il centrocampista della Roma è stato sanzionato con la prova televisiva in merito alla condotta tenuta nei confronti del laziale Danilo Cataldi nel derby di domenica. Il giocatore biancazzurro, espulso, è stato squalificato per una giornata. Il giudice sportivo ha ricevuto dal Procuratore Federale tempestiva e rituale segnalazione" "in merito alla condotta gravemente antisportiva" di Strootman nei confronti di Cataldi, 'consistita prima nel lancio di acqua e poi nella simulazione comportante l'espulsione" del centrocampista biancazzurro. Le immagini televisive hanno chiarito "oltre ogni ragionevole dubbio, che la caduta dello Strootman in seguito alla trattenuta è frutto di evidente simulazione da parte del medesimo calciatore". L'olandese salterà i match contro Milan e Juventus. Cataldi dovrà invece scontare una giornata di squalifica "per avere, al 21' del secondo tempo, a giuoco fermo, mentre si trovava nel campo per destinazione in quanto componente della panchina, strattonato la maglia da dietro di un calciatore avversario". Un turno di stop anche per Di Gennaro (Cagliari), Pulgar (Bologna), Ansaldi (Inter), Crisetig e Rosi (Crotone), Kucka (Milan) e Tomovic (Fiorentina). Tra i dirigenti, lo juventino Pavel Nedved è stato inibito "a svolgere ogni attività in seno alla Figc, a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell'ambito federale" fino al 12 dicembre "per avere proferito, al termine della gara, al rientro negli spogliatoi frasi offensive nei confronti del direttore di gara".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata