Serie A, Djordjevic illude Lazio: Samp vola con Fernando-Diakitè
Vittoria dei blucerchiati a Marassi per 2 a 1

Può solo mangiarsi le mani la Lazio per aver fallito l'opportunità di continuare a sognare la zona-Europa: Inzaghi chiedeva il terzo successo della sua gestione ma dopo aver quasi dominato contro la Samp si è arresa clamorosamente a Marassi. Quasi un sucidio per le tante palle gol sprecate, il tutto a vantaggio dei blucerchiati di Montella che vedono ora la salvezza più vicina. Solo Lazio per quasi 20' nel primo tempo ma nonostante il gol lampo di Djordjevic - che dopo soli 3' anticipa di testa Silvestre e insacca su cross di Candreva - e diverse occasioni da rete anche in chiusura di frazione con tanto di rigore sbagliato, non basta per andare al riposo in vantaggio. Una Samp imbarazzata in avvio e sbloccatasi solo dopo il pareggio del 19' con Fernando, che di destro - alla prima vera occasione per i doriani - batte Marchetti, non entusiasma ma lotta su ogni palla e si difende con grinta. Quagliarella e Muriel fanno quello che possono, sono i biancocelesti a condurre il gioco ma all'intervallo si va sull'1-1 nonostante prima del fischio ci sia la grandissima opportunità di tornare in vantaggio. Rizzoli concede un rigore per fallo in area di Dodò su Keita, ma Candreva si fa parare il tiro, tutt'altro che irresistibile, da Viviano, al secondo penalty di fila neutralizzato dopo quello di Berardi col Sassuolo.


Nella ripresa la gara è leggermente più equilibrata ma sono sempre della Lazio le occasioni più ghiotte. Quella clamorosa arriva sui piedi di Djordjevic che al 24' non arriva in tempo sotto porta per deviare in rete ma anche Keita è sempre pericoloso. Quando ci si aspetta il gol laziale da un momento all'altro, arriva il sorpasso Samp. Lo firma al 33' l'ex di turno, Diakitè, intervenendo in mischia su punizione di Fernando: è il 2-1 che lascia la Samp in posizioni più tranquille e costringe la Lazio a un mea-culpa generale.

www.sportevai.it

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata