Serie A, derby emiliano al Sassuolo: Carpi ko 3-1 al Braglia
Un successo che rilancia le ambizioni dei neroverdi di Di Francesco, ora settimi in classifica

Il Sassuolo si aggiudica il derby emiliano battendo il Carpi 3-1 al Braglia di Modena nell'anticipo della 31/a giornata di Serie A. Un successo che rilancia le ambizioni dei neroverdi di Di Francesco, ora settimi in classifica con 48 punti a -1 dal Milan. Si ferma dopo due vittorie di fila e cinque risultati utili, invece, la serie positiva del Carpi che resta al terzultimo posto con 28 punti e vede ridursi sempre più i margini di errore per raggiungere la salvezza.

Gara dominata del Sassuolo, ma Carpi mai domo. I neroverdi di Di Francesco sbloccano il risultato dopo appena 4': lancio in profondità di Defrel per Sansone che entra in area, resiste al ritorno di Letizia e infila Belec. Il Carpi reagisce e al 17' sfiora il pareggio: un liscio di Acerbi libera Cofie al limite tutto solo davanti a Consigli, il tiro del centrocampista carpigiano è però a lato. La squadra di Castori trova il pareggio al 25' con un bel colpo di testa di Gagliolo su punizione dalla trequarti, difesa del Sassuolo ancora distratta. Il finale di tempo è però tutto del Sassuolo: Defrel prima sfiora il vantaggio al 27', poi trova il gol al 35' con un destro a centro area su assist di Sansone. Dormita della difesa del Carpi che nel recupero rischia di subire anche il terzo gol, ma questa volta Belec si salva alla grande su Berardi. In precedenza i padroni di casa erano andati vicinissimi al 2-2 con Mancosu in mischia.

In avvio di ripresa, Castori manda in campo Lasagna al posto di Porcari ma è ancora il Sassuolo a sfiorare il gol con Peluso. Il tecnico carpigiano schiera poi Verdi al posto di Di Gaudio, ma la musica non cambia. I neroverdi ospiti anzi chiudono la partita al 73' con un colpo di testa di Acerbi su azione di calcio d'angolo. Da quel momento in poi per il Sassuolo c'è solo da controllare il gioco in attesa del triplice fischio finale dell'arbitro. Il derby emiliano premia quindi i neroverdi e condanna il Carpi.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata