Serie A, Zaza rilancia Toro: Chievo ko all'88', veneti sprofondano

Decide l'ex Valencia a fine match. Granata decimi in classifica dopo la vittoria, veneti ultimi

Simone Zaza entra e trasforma il Toro. I granata piegano in extremis il Chievo Verona al Bentegodi grazie ad una rete dell'ex attaccante del Valencia, la prima in campionato e Mazzarri ritrova una vittoria che mancava da tre giornate. Un gol pesantissimo, che premia i maggiori sforzi della squadra ospite nel secondo tempo e che inguaia i veneti. La formazione di D'Anna cercava un successo per annullare la penalizzazione, invece incassa il terzo ko consecutivo e resta fanalino di coda a -1. Il Toro sale a 9 punti e respira. Se quella di oggi per Belotti e compagni sarà la gara della svolta e il trampolino di rilancio verso l'Europa, lo si vedrà.

In avanti D'Anna preferisce Djordjevic a Stepinski, alle loro spalle Birsa e Leris. Out Tomovic, al centro della difesa lo sostituisce Barba. Nelle file granata Iago Falque, non ancora al meglio, si accomoda in panchina come Zaza. Mazzarri si affida al duo Soriano-Edera in supporto a Belotti. Equilibrio e emozioni con il contagocce nel primo tempo. Partono meglio i gialloblù, insidiosi con una conclusione di Depaoli e un diagonale di Giaccherini sventato  da Nkoulou davanti alla linea. Gradualmente sale il Torino che però avanza senza troppo determinazione. Ci provano, i granata, con i tentativi di Rincon che di sinistro non inquadra la porta e di Edera, impreciso nella girata su cross di Aina. Dopo la mezz'ora cambio forzato per Mazzarri: De Silvestri alza bandiera bianca, dentro Berenguer. Nel complesso la gara non decolla. La ripresa si apre con un mancino in girata di Leris, il tecnico granata cala la carta Zaza e richiama Edera. L'ingresso del centravanti lucano trasforma il Toro. D'Anna lancia nella mischia Birsa al posto di Meggiorini, poi sarà il turno di Hetemaj per l'acciaccato Giaccherini. Tenta il blitz Aina, Sorrentino è attento e respinge. Il portiere dei veneti salva poi in uscita su Zaza, servito in area da Belotti. Altro brivido per i tifosi di casa su un quasi autogol di Barba  che sventa un tiro-cross di Rincon. Entra Iago Falque per Soriano e il Toro continua a premere: Zaza ci prova di testa su invito del nuovo entrato ma riesce a  preoccupare Sorrentino, sciupando una grande chance. Ma l'ex Valencia, lanciato da Berenguer, si riscatta subito dopo infilando il portiere gialloblù in uscita con una splendida scivolata (43'). Nel recupero il Toro potrebbe anche raddoppiare con Iago Falque che però da due passi spreca clamorosamente l'ottimo assist di Belotti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata