Serie A, la Roma cala tris al Benetegodi: il Chievo è travolto 3-0. Giallorossi quarti

Sblocca subito El Shaarawy, Dzeko raddoppia. Nella ripresa gol di Kolarov. Raggiunta la Lazio a quota 38. Chievo sempre ultimo con 9 punti. Martedì la sfida Champions al Porto

Tre gol per la Champions League, quella attuale e la prossima. La Roma si impone per 3-0 in casa del Chievo nell'anticipo della 23esima giornata di Serie A e aggancia la Lazio al quarto posto in classifica. Con 38 punti le due romane sopravanzano il Milan di due lunghezze e mettono pressione all'Inter, a sua volta avanti di due punti. I nerazzurri saranno chiamati a rispondere sabato contro il Parma, i rossoneri dovranno invece attendere domenica quando affronteranno il Cagliari a San Siro. Partita senza storia al Bentegodi, le reti di El Shaarawy, Dzeko e Kolarov affondano un Chievo volenteroso ma troppo permeabile in difesa. Ottavo centro stagionale per il Faraone, sesto per il serbo e quinto per il bosniaco. Una Roma che si presenta al grande appuntamento con l'andata degli ottavi di Champions contro il Porto con il morale ritrovato. Per la squadra di Di Carlo, invece, la terza sconfitta nelle ultime quattro partite la relega sempre più sul fondo della classifica con una salvezza che ormai appare solo un miraggio.

Sono ancora Patrick Schik, Edin Dzeko e Stephan El Shaarawy a comporre il tridente della Roma. Di Francesco, che deve fare a meno di Olsen e Manolas, lasciati a Trigoria in vista del match di Champions con il Porto di martedì prossimo, schiera fra i pali Mirante e Marcano al posto del centrale greco. Confermato Karsdorp sulla destra, con Florenzi in panchina. Fuori anche De Rossi, a centrocampo il tecnico schiera i rientranti Cristante e Nzonzi, con il baby Zaniolo. Nel Chievo assente per infortunio Pellissier, Di Carlo sceglie Djordjevic al fianco di Stepinski. Avvio a bassi ritmi della Roma che nei primi minuti lascia l'iniziativa al Chievo. Al primo affondo, però, la squadra di Di Francesco si rende subito pericolosa con un destro dal limite del baby Zaniolo che Sorrentino devia in angolo a fatica. Alla seconda occasione la Roma passa: al 9' El Shharawy si infila nell'addormentata difesa del Chievo e dopo aver superato Sorrentino in uscita, deposita la palla in rete. La squadra di Di Carlo accusa il colpo e dopo dieci minuti incassa anche il raddoppio, firmato al 18' da Dzeko con un potente sinistro rasoterra a rientrare che sorprende Sorrentino. La reazione del Chievo a cavallo della mezzora, con un paio di conclusioni pericolose di Djordjevic dal limite dell'area e una girata di Stepinski strozzata da Marcano che favorisce la parata di Mirante. Limitandosi a controllare il gioco, la Roma finisce per concedere sempre più spazio al Chievo nel finale di tempo ma per sua fortuna senza correre rischi. Anzi è Dzeko a sfiorare il tris di testa su calcio d'angolo prima dell'intervallo.

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA 23ESIMA GIORNATA

Nel secondo tempo, la Roma ci mette appena sei minuti a chiudere definitivamente la partita: su una rapida ripartenza di El Shaarawy, delizioso assist di Dzeko per l'inserimento di Kolarov che di sinistro fulmina Sorrentino. Per il Chievo è una autentica mazzata, vista la buona partenza della squadra di Di Carlo. Il tecnico gialloblu prova a dare una sterzata facendo esordire il neo acquisto Piazon, mentre nella Roma entra Florenzi per uno Schick non particolarmene brillante. La musica però non cambia, anzi la Roma rischia di dilagare ma solo un encomiabile Sorrentino con una serie di parate su Fazio e Dzeko evita un passivo peggiore per il Chievo. Quando non riesce il portiere clivense, è poi la traversa ad opporsi al bomber bosniaco e il palo ad El Shaarawy. Nel finale Di Francesco concede un quarto d'ora a De Rossi, al posto di Zaniolo, per fargli mettere minuti nelle gambe in chiave Champions. Al triplice fischio finale esplode la gioia giallorossa e dei suoi tifosi presenti a Verona. Pace fatta?

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata