Serie A, Chievo rimonta Samp e respira: 2-1, Giampaolo cade ancora
La squadra di Maran si impone sui blucerchiati e torna al successo dopo tre sconfitte consecutive

Il Chievo rimonta la Sampdoria e respira. La squadra di Maran si impone sui blucerchiati al Bentegodi in uno dei due posticipi delle 18 (2-1) e torna al successo dopo tre sconfitte consecutive. Per i veneti tre punti pesantissimi che consentono di allontanarsi dalla zona calda, salendo a +4. Il rigore di Quagliarella in primo tempo dominato illude la squadra di Giampaolo, che poi cede nella ripresa sotto le reti di Castro e Hetemaj confermando il trend negativo: terzo ko di fila dopo quelli pesantissimi con Crotone e Inter e rincorsa all'Europa che si complica ulteriormente.

Quagliarella non è al meglio ma Giampaolo lo rischia, affiancandolo a Zapata con Caprari pronto ad innescarli dalla trequarti. A centro difesa Regini vince il ballottaggio con Silvestre. Maran si affida in avanti al tandem Stepinski-Inglese, con Castro e Giaccherini esterni pronti a dare supporto. Birsa parte ancora dalla panchina. Partenza sprint per la Sampdoria, subito pericolosa con Caprari che impegna in due occasioni ravvicinate Sorrentino, semplicemente strepitoso. Il nove doriano ispira poi Quagliarella, la cui incornata non trova lo specchio. Ancora l'attaccante campano in evidenza con un'acrobazia sul cross di Zapata: palla fuori di un nulla e grossa occasione sfumata. Ma Quagliarella può riscattarsi al 26', trasformando il rigore concesso da Orsato per un 'blocco' di Gobbi ai danni di Zapata dopo un consulto del Var. Troppo macchinosa la manovra dei veneti per provare ad impensierire i blucerchiati ancora minacciosi: Tomovic rischia in spaccata l'autorete per anticipare Quagliarella sul cross di Praet.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata