Serie A, Joao Pedro-Pavoletti: il Cagliari batte "di testa" il Bologna 2-0

Finisce 2-0 il primo anticipo del sabato tra sardi ed emiliani. Vantaggio del numero 10 al 22', raddoppio dell'ex Napoli al 68'

Prima vittoria casalinga per il Cagliari ed ennesimo ko esterno per il Bologna che quando gioca in trasferta si trasforma da cigno a brutto anatroccolo. Un gol per tempo e i sardi si prendono applausi e tre punti, senza dover soffrire neanche più di tanto.

Nel segno di Joao Pedro: il primo tempo è quasi esclusivamente nelle giocate dell'attaccante brasiliano e si racchiude nelle sue zuccate di testa. La prima è quella che sblocca la gara, al 22': bella azione di Castro che supera con un tunnel l'avversario e crossa dalla sinistra, Joao Pedro, lasciato colpevolmente solo dalla difesa del Bologna, colpisce di testa da pochi passi e batte Skorupski. La seconda è quella che al 31' per poco non chiude virtualmente la gara, sempre su assist di Castro, ma questa volta il colpo di testa esce sopra la traversa.

Prima e dopo tanti falli, poco gioco e lavoraccio per l'arbitro Pasqua anche se manca un cartellino rosso a Pisacane: già ammonito, alla mezz'ora sbraccia in maniera vistosa su Santander, rischiando il secondo cartellino. Una punizione di Barella in avvio, un tentativo fallito in scivolata di Pavoletti, l'infortunio di Srna che costringe Maran a inserire prima della mezzora Faragò e poco altro prima del riposo col Bologna che si vede di rado dalle parti di Cragno. Inzaghi toglie Dijks e inserisce Krejici: gli emiliani si svegliano e si vedono davanti.

TUTTE LE PARTITE DELL'OTTAVA GIORNATA

Al 5' Falcinelli aggancia e gira col destro dall'altezza del dischetto del rigore: Romagna devia la sfera che si spegne a lato di un soffio, subito dopo Mattiello si coordina e conclude al volo col sinistro, ma il suo tiro è centrale. Poi è Cragno a salvare il Cagliari, deviando con la punta delle dita un diagonale rasoterra dal limite dell'area di Nagy. Non che i padroni di casa stiano a guardare, anzi, anche Skorupski ha il suo bel da fare e deve compiere una prodezza per evitare il raddoppio dopo una bella azione sempre sull'asse Castro-Joao Pedro.

Al 23' però l'ennesima giocata di Castro regala il raddoppio: suo l'assist delizioso di esterno destro per la testa di Pavoletti che realizza il 2-0 e conferma una statistica che sembra legge: 11 delle ultime 17 reti realizzate dal Cagliari in A sono arrivate con gol di testa. La reazione del Bologna è veemente ma Cragno si supera su una botta da fuori di Dzemaili e col passar dei minuti i locali congelano il risultato, sfiorano il tris con Romagna ma il più è fatto. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata