Serie A, Cagliari all'ultimo respiro: papera Viviano condanna Samp
La squadra di Rastelli piega i blucerchiati 2-1 nell'ultimo posticipo

Vittoria e sorpasso. Il Cagliari supera la Sampdoria sul campo e in classifica: al Sant'Elia, nella sfida che chiude il programma della sesta giornata di Serie A, si impongono i rossoblù (2-1) al termine di un match dove le emozioni non sono di certo mancate. Il finale è vietato ai deboli di cuore: a quattro minuti dalla fine Bruno Fernandes riagguanta i padroni di casa, passati in vantaggio nel primo tempo con Joao Pedro. Ma due minuti dopo la squadra di Rastelli trova il gol-vittoria con Melchiorri, favorito dall'incredibile papera di Viviano. E' la rete che permette ai sardi, reduci dalla pesante sconfitta dello Juventus Stadium, di salire a 7 punti e di sorpassare la squadra di Giampaolo, che conferma il momentaccio incassando la quarta sconfitta consecutiva.

Partenza ottima dei sardi, subito attivi con un colpo di testa di Sau su traversone di Isla, quindi c'è subito lavoro per Viviano che deve volare sul sinistro dalla distanza di Murru. Prova a scuotersi la Samp con una sventola di Cigarini, ottima la risposta di Storari, in campo dopo le polemiche con gli ultras senza la fascia di capitano, passata a Sau. Sugli sviluppi del successivo corner, incornata di Skriniar in anticipo su Bruno Alves e palla poco sopra la traversa. Uno scontro con Muriel costringe Storari ad alzare bandiera bianca: tra i pali si sistema Rafael. Nel momento migliore dei doriani, il Cagliari sblocca il risultato: Padoin serve dal fondo Joao Pedro, il cui tap-in non lascia scampo a Viviano (37'). Prima dell'intervallo, blucerchiati pericolosi con un sinistro a botta sicura di Praet deviato in corner da Pisacane.

Rientrati in campo, i liguri devono per forza alzare il baricentro ma non riescono ad impensierire seriamente la difesa rossoblù. Ma al primo tiro in porta nella ripresa, a quattro minuti dal termine, la Samp trova il pareggio. A firmarlo è il neo entrato Bruno Fernandes, che sugli sviluppi di un contropiede entra in area e batte con un preciso diagonale Rafael. Rastelli protesta per un presunto fallo subito da Barella e viene espulso. L'epilogo della sfida però non è ancora deciso: un clamoroso liscio di Viviano favorisce Melchiorri che da fuori area insacca a porta vuota e realizza il suo primo gol in Serie A. Beffa per i doriani, che si gettano subito in avanti: ci provano di testa Schick e Regini, senza esito. Vince il Cagliari, ancora una volta imbattuto tra le mura amiche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata