Serie A, super Santander: Bologna supera Napoli 3-2, Dall'Ara in festa
Serie A, super Santander: Bologna supera Napoli 3-2, Dall'Ara in festa

I rossoblu di Mihajlovic coronano con una vittoria di prestigio, contro la seconda classifica del campionato, la loro splendida seconda parte di stagione

Grazie a una doppietta di Santander il Bologna supera il Napoli per 3-2 al Dall'Ara nella 38esima e ultima giornata di campionato. I rossoblu di Mihajlovic coronano con una vittoria di prestigio, contro la seconda classifica del campionato, la loro splendida seconda parte di stagione. La vittoria odierna, fra l'altro, porta momentaneamente il Bologna al decimo posto, un risultato insperato alla fine del girone di andata. Protagonista della partita il bomber Santander, che chiude la sua prima stagione italiana con 8 reti. Dell'ex Dzemaili l'altro gol del Bologna. Al Napoli non bastano le reti di Ghoulam e Mertens, al 16esimo centro stagionale. La squadra di Ancelotti chiude con 79 punti, mancando l'obiettivo degli 80 voluti dal tecnico per questo finale di stagione. Da domani per entrambe le squadre si inizierà a pensare al futuro, in particolare c'è attesa per il confronto fra Mihajlovic e il patron Saputo per decidere se il matrimonio fra il tecnico serbo e i rossoblu andrà avanti o meno. "Sinisa resta con noi", con questo striscione i tifosi del Bologna si sono già espressi in merito.

Senza più assilli di classifica, Bologna e Napoli si presentano al Dall'Ara con diverse novità di formazione. Nelle file rossoblu, Mihajlovic schiera un 4-2-3-1 con Orsolini, Soriano e Palacio alle spalle dell'unica punta Santander. Nel Napoli, invece, Ancelotti schiera un modulo speculare con in difesa il giovane Luperto al fianco di Albio. Sulla trequarti Verdi, Younes e Insigne agiscono alle spalle di Milik, con Mertens in panchina. Primo tempo giocato a ritmi blandi e senza tatticismi. Più volte pericoloso il Napoli in avvio, prima con l'ex Verdi e poi con Insigne. Le conclusioni dei due attaccanti azzurri sono però imprecise. Dal canto suo, il Bologna si difende con ordine e poi con il passare dei minuti viene fuori di prepotenza. La prima azione degna di nota dei rossoblu poco prima della mezzora, quando Dijks sfonda sulla sinistra ma sul suo cross basso Santander e Soriano si fanno anticipare. A cavallo della mezzora, ancora pericolosa la squadra di Mihajlovic con due tentativi di testa del solito Santander e di Lyanco. Prima dell'intervallo, ancora Bologna vicino al vantaggio con Orsolini. Il gol è nell'aria e arriva meritato al 43' con uno splendido colpo di testa di Santander, su cross di Palacio dalla sinistra. Sulle ali dell'entusiasmo, i rossoblu trovano anche il raddoppio con un gran destro dal limite dell'ex Dzemaili che sorprende Karnezis.

Nella ripresa, il Napoli torna in campo con maggior determinazione e si rende pericoloso subito con un paio di conclusioni di Milik, la prima parata da Skorupski e la seconda di poco a lato. Gli azzurri accorciano le distanze al 59' con un gol di Ghoulam convalidato solo grazie all'ausilio del VAR, che accerta la posizione regolare dell'esterno algerino sull'assist. Ancelotti manda in campo Mertens e Callejon al posto dei poco brillanti Insigne e Verdi. La partita stranamente diventa spigolosa, con numerosi scontri di gioco anche violenti. Il Napoli insiste e ci prova ancora con Mertens prima, poi ancora con Ghoulam. Al 77' ci pensa poi proprio l'attaccante belga a firmare il 2-2 con un destro da centro area, su assist nello stretto di Younes. Nel finale, la squadra di Ancelotti sfiora anche il gol vittoria con un gran sinistro di Zielinski respinto dal palo. L'ennesimo di una stagione incredibile, sotto questo punto di vista. Il gol lo trova invece il Bologna, all'87' ancora con una deviazione sotto misura anche fortunosa di Santander su tirocross di Svanberg. Una autentica beffa per il Napoli, che nel finale non riesce ad evitare la sconfitta. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata