Scommesse, bookie su Barça nel Clasico. Guardiola favorito su Conte
Dopo anni le Merengues arrivano al big match da capolista

Non c'è solo il derby di Roma nel weekend: oggi alle 16.15 va infatti in scena la partita più attesa di Spagna, se non dell'Europa intera. Stiamo naturalmente parlando del Clßsico, la sfida infinita fra Real Madrid e Barcellona; due filosofie opposte, due mondi diversi, due concezioni anche politiche totalmente agli antipodi. Per la prima volta dopo anni le Merengues arrivano al big match da capolista, per di più con ben sei punti di vantaggio su un Barcellona che nella Liga sta faticando più del dovuto. Gli uomini di Zidane non saranno bellissimi a vedersi, ma sono tremendamente efficaci, trainati da un Cristiano Ronaldo che dopo gli acciacchi post Euro 2016 si è ripreso la leadership; Real che deve però fare a meno dei lungodegenti Bale e Kroos, ma forse anche di Alvaro Morata, alle prese con un guaio muscolare. Non se la passa molto meglio il Barcellona orfano da qualche mese di Iniesta e che nel match pareggiato con la Real Sociedad ha perso anche Jordi Alba. Tuttavia il Camp Nou può fare la differenza e, anche per questo, secondo l'autorevole bookmaker britannico Stanleybet i blaugrana partono favoriti (1.87), con il segno X offerto a 3.70 e la vittoria dei campioni d'Europa in bacheca a 3.85. Su www.stanleybet.it un gol di CR7 o Neymar si gioca a 2.15, mentre una rete di Messi o Suarez è proposta a 1.75.

Anche la Premier League ha però il suo big match da esibire in vetrina: Antonio Conte e il suo Chelsea volano a Manchester, nella casa di sua maestà Pep Guardiola, per cercare l'ottava vittoria consecutiva in campionato. È il primo scontro in carriera fra i due allenatori, che in Champions League non hanno mai incrociato le armi; i bookie d'oltremanica puntano sui padroni di casa (2.17), imbattuti in casa ma reduci da tre pareggi consecutivi fra le mura amiche; il pareggio è bancato 3.10, e la vittoria dei Blues frutterebbe 3.50 volte la posta. Fra i possibili marcatori, spiccano El Kun Aguero (1.85) da una parte e Diego Costa (2.75) dall'altra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata