Sarri: Partita stregata, ma la prestazione c'è stata
Il Napoli fermato sull'1-1 dal Palermo al San Paolo

"Queste sono partite che ogni tanto succedono: dal campo non ho avuto la sensazione che la squadra abbia fatto male, anzi abbiamo preso gol nell'unica occasione concessa agli avversari. Abbiamo creato tantissimo e purtroppo concretizzato poco". Così su Premium Sport l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri commenta il pareggio interno contro il Palermo. "È stata una partita un po' stregata: una partita che lascia rammarico per il risultato, ma non preoccupazione, perché la prestazione c'è stata. Forse l'unica pecca è che negli ultimi minuti siamo stati un po' troppo confusionari - ha aggiunto - bisognerà abituarsi un po' alla presenza di Pavoletti, ma d'altra parte questa è una squadra che da anni si allena a tenere la palla bassa". "Spero che questi spezzoni servano a Leonardo per affinare il feeling con la squadra e aiutarci a venire a capo di certe partite, come quella di stasera. La squadra deve abituarsi a Leonardo e Leonardo deve affinare i meccanismi", ha spiegato ancora Sarri. Su una possibile coesistenza di Milik con Pavoletti in futuro, Sarri ha detto: "Tutto è possibile, l'importante è che Arek torni in grandi condizioni. Ieri mi ha espresso il desiderio di non volere venire in panchina per continuare ad allenarsi, perché ancora non si sente pronto. Penso sia normale. I prossimi impegni? Noi guardiamo a Bologna e basta."
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata