Sarri, il dubbio Insigne e la nona sinfonia del Napoli
Azzurri in cerca di riscatto dopo la sconfitta rimediata martedì sera in Champions contro il Manchester City

Insigne sì, Insigne no. È questo il grande dubbio della vigilia di Napoli-Inter, big match della nona giornata di campionato che si giocherà domani sera allo stadio San Paolo di Napoli alle ore 20.45. La squadra di Maurizio Sarri cerca riscatto dopo la sconfitta rimediata martedì sera in Champions contro il Manchester City, un 2-1 che ha evidenziato alcune lacune difensive e soprattutto la condizione psicofisica non ottimale di giocatori come Hamsik e Zielinski, mai veramente in partita nel match dell'Etihad Stadium.

LORENZO IN DUBBIO - Ma ora è tempo di pensare al campionato, dove il Napoli comanda la classifica in solitaria con 24 punti a +2 proprio dai nerazzurri prossimi avversari e va in cerca della nona vittoria su none partite. Come detto, il grande dubbio riguarda le condizioni di Lorenzo Insigne, uscito anzi tempo proprio nel match contro il City: il ragazzo ha svolto oggi il primo allenamento differenziato a Castelvolturno dopo 2 giorni di terapie, prendendo poi parte alla seduta tecnico tattica. Nonostante i progressi, la sua presenza dal primo minuto non è affatto scontata contro l'Inter, vista la possibilità di un peggioramento delle sue condizioni e considerati i tanti impegni ravvicinati delle prossime settimane

TRE PER UN POSTO - Il tecnico toscano scioglierà il dubbio Insigne soltanto nella rifinitura, tenendo comunque pronte tre possibili soluzioni: l'avanzamento in attacco di Zielinski come ala sinistra, bravo nelle ripartenze e pronto a rientrare sul piede destro; l'usato sicuro rappresentato da Giaccherini, schierato nel suo ruolo naturale; infine l'inserimento dal primo minuto di Ounas, che da subentrato ha già fatto vedere alcune giocate di ottima fattura, sebbene Sarri lo preferisca da esterno destro (essendo lui di piede sinistro).

MEDIANA TITOLARE - Detto del dubbio in avanti, e con Mertens e Callejon già sicuri di una maglia, sabato sera rivedremo quasi certamente dal primo minuto sia Jorginho che Allan al fianco di capitan Hamsik, pedine fondamentali nel centrocampo di Sarri che per garantire ordine e dinamismo a tutta la squadra. In difesa davanti a Reina spazio al solito pacchetto composto da Hysaj, Koulibaly, Albiol e Ghoulam, quest'ultimo ancora tra i migliori anche contro il City e in cerca del rinnovo con gli azzurri, ancora in standby.

CASA INTER - Sponda Inter il tecnico Spalletti in conferenza ha caricato l'ambiente in vista della trasferta partenopea, elogiando poi il grande lavoro fatto in questi anni da Maurizio Sarri sulla panchina del Napoli ("Se lavorasse ancora in banca oggi sarebbe Ministro dell'Economia"), ha detto il tecnico toscano del collega. Nessuna novità, invece, sul fronte formazione, con i nerazzurri pronti a schierare gli stessi undici visti nel derby contro il Milan: Nagatomo è favorito su Dalbert come terzino sinistro e Vecino sarà riproposto trequartista alle spalle del solito Mauro Icardi, in splendida forma dopo la tripletta rifilata alla squadra di Montella, valsa tre punti e secondo posto in classifica.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri. INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Borja Valero; Candreva, Vecino, Perisic; Icardi. All. Spalletti. Arbitro: Banti di Livorno. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata