Quagliarella segna il gol del 4-1
Risorge la Samp: 4-1 al Bologna nel segno di Quagliarella

Segnano Praet, Ramirez e doppietta per il 36enne centravanti. Troppi errori della difesa di Inzaghi. Cori commoventi della Sud per Gianluca Vialli impegnato nella lotta contro un tumore

La Samp si risveglia e torna alla vittoria (4-1) con il Bologna. Dopo le tre sconfitte consecutive, il pareggio risicato del derby e i problemi societari (con il presidente Ferrero indagato per false fatturazioni e riciclaggio) c'erano tutti gli elementi del dramma. Ma una grande prova del trio Quagliarella-Caprari-Ramirez e i tanti errori del Bologna, hanno sistemato le cose a favore della squadra di Marco Giampaolo che sale a 19 punti (alla pari con Roma e Sassuolo e, comunque, nella parte sinistra della classifica). Una partita che comincia così così, con la Samp che segna su errori degli uomini di Inzaghi e il Bologna che gioca meglio, pareggia con l'ex Poli, ma naufraga nei propri disastri e nell'incapacità di reggere al pressing degli attaccanti della Samp. Una partita che finisce in modo quasi commovente con il coro della Sud per il grande Gianluca Vialli sulle note di "Oh my darling Clementine" e belle parole d'amore per il goleador dello scudetto 90-91 impegnato nella difficile battaglia contro un tumore.

Il Bologna (17 partite fuori casa senza vittoria) prova a metterci più spavalderia del solito e a costruire gioco. La cosa le riesce a metà, nel senso che davanti i rossoblù di Pippo Inzaghi sembrano capaci di rendersi pericolosi, ma dietro combinano disastri a ripetizione creando da soli buchi enormi in cui i velocisti con i piedi buoni della Samp vanno a nozze. Per la squadra emiliana è sempre più crisi nera, la settima sconfitta stagionale vuol dire terzultimo posto in piena zona retrocessione. Ora la panchina di Pippo Inzaghi è davvero a rischio. Le prossime ore potrebbero essere decisive.

Nella Sampdoria, Giampaolo schiera a sorpresa Ronaldo Vieira dal 1' a centrocampo, conferma la coppia centrale Tonelli-Andersen e schiera ancora Ramirez alle spalle di Caprari e Quagliarella in avanti. Nel Bologna, Pippo Inzaghi si affida alla coppia d'attacco formata da Falcinelli e Santander nel consueto 3-5-2.

Primo tempo giocato a viso aperto dalle due squadre. Sampdoria in vantaggio praticamente alla prima occasione buona, con Praet che al 10' finalizza con un bel destro al volo un assist di Caprari dalla sinistra che ha ricevuto palla da uno scippo di Ramirez ai danni della difesa, ha saltato un paio di uomini e ha messo in mezzo una palla perfetta. La replica dei rossoblu di Inzaghi prima con una occasione per Santander, fermato da Audero, poi con il pareggio firmato in mischia al 16' dall'ex di turno Poli. Il centrocampista (ex blucerchiato con 83 partite e 3 gol soto la Lanterna) non esulta dopo il gol.

Al 25' la Samp torna in vantaggio con il 36enne Quagliarella (134 gol in serie A con la doppietta di oggi), abile a battere il portiere con un destro dal limite dopo una palla rubata di Ramirez a Pulgar. Gli emiliani accennano a una reazione, ma al 40' subiscono anche il terzo gol ad opera dell'ex Ramirez con con un bel diagonale sinistro su assist in profondità di Caprari. Ramirez è baravissimo nel taglio e nella conclusione, ma di nuovo la difesa gli fa gli inchini invece di contrastarlo. 

Nella ripresa, il Bologna prova a riaprire la partita con un forcing nella metà campo doriana. Inzaghi inserisce Palacio al posto di un abulico Falcinelli e Orsolini per Calabresi per cercare di dare maggior vivacità e concretezza in avanti. La Samp, però, si difende con ordine concedendo pochi spazi. E' di Krejci, su sponda di testa di Santander l'occasione migliore del Bologna, troppo poco. Al 69', infatti, alla prima occasione della ripresa la Samp cala anche il poker con un sinistro da centro area di Quagliarella su cross basso dalla sinistra di Linetty. Sono già sette le reti in campionato per il bomber doriano. La partita di fatto si chiude qui. Per il Bologna e il suo allenatore è ormai notte fonda, sotto tutti i punti di vista.

SAMPDORIA-BOLOGNA 4-1

RETI: 10' Praet (S), 16' Poli (B), 25' e 69' Quagliarella (S), 40' Ramirez (S).

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Andersen, Tonelli, Murru; Praet, Vieira (62' Ekdal), Linetty (84' Jankto); Ramirez; Caprari (64' Defrel), Quagliarella. A disp. Belec, Rafael, Colley, Kownacki, Rolando, Sala, Saponara, Junior. All. Giampaolo.

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Calabresi (62' Orsolini), Danilo, Helander; Mattiello, Poli (84' Nagy), Pulgar, Svanberg, Krejci; Falcinelli (56' Palacio), Santander. A disp. Da Costa, De Maio, Destro, Dijks, Donsah, Gonzalez, Mbaye, Okwonkwo, Paz. All. Inzaghi.

Arbitro: Abisso R.

NOTE: ammoniti Calabresi (B), Tonelli (S), Santander (B), Palacio (B), Linetty (S), Bereszynski (S).

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata