Russia 2018, Suarez stende l'Arabia: Uruguay agli ottavi con la Russia
Vittoria sudamericana (con il minimo sforzo) alla Rostov Arena

Missione compiuta per l'Uruguay e con il minimo sindacale. Alla Celeste degli 'italiani' basta una rete del 'Pistolero' Luis Suarez per avere ragione dell'Arabia Saudita (1-0) e staccare il pass per gli ottavi con una giornata di anticipo. La squadra del 'Maestro' Tabarez non incanta, difetta in mira ma mostra cinismo e grande solidità, soprattutto in difesa e conquista la seconda vittoria di misura dopo quella con l'Egitto. Cavani e soci avanzano insieme alla Russia, con cui si giocheranno il primo posto nell'ultima sfida del gruppo A. I sauditi di Pizzi, in cerca di riscatto dopo la goleada inflitta dalla Russia, non sfigurano di fronte ai sudamericani e riescono a tenere il risultato in bilico fino all'ultimo: generosità ed orgoglio però non bastano, ed incassano il secondo ko che li costringe a salutare già la competizione insieme a Salah e compagni.

Per il suo 4-4-2 Tabarez, rispetto alla gara con l'Egitto, cambia gli esterni a centrocampo: dentro Carlos Sanchez e Rodriguez. In avanti confermato il tandem Suarez-Cavani. E proprio l'attaccante del Psg scalda il mancino e firma la prima occasione della Celeste: il Matador spara alto sul cross teso di Caceres, servito in profondità da Bentancur. Il possesso palla ovviamente è roba dei sudamericani, ma l'Arabia, disegnata da Pizzi con molti cambi rispetto all'esordio, si fa vedere in contropiede con un destro di Al-Muwallad. L'Uruguay la sblocca al 23': sugli sviluppi di un corner di Carlos Sanchez, Al Owais va per farfalle, Suarez è in agguato e per lui è un gioco da ragazzi insaccare con una zampata di sinistro. Il 'Pistolero' celebra nel migliore dei modi la presenza numero 100 in nazionale. La reazione dei sauditi è affidata ad un tentativo dalla distanza di Hatan, Muslera alza sulla traversa. Ancora Hatan è pericoloso poco dopo in spaccata sul bel cross di Al-Shahrani. L'Uruguay lascia fare e si limita alla gestione senza  dannarsi l'anima. Arabia generosa, ma inefficace.

In apertura di ripresa i sudamericani non sembrano voler accelerare il ritmo ma alzano il pressing. Ci prova Suarez di punizione, Al-Owais c'è. Tabarez opta per il doppio cambio: fuori Vecino e Rodriguez, dentro Laxalt e Torreira. La Celeste cerca ora il raddoppio, e lo sfiora con Sanchez che incorna il cross perfetto pennellato  da Cavani con palla alta di un soffio. Poi è Caceres a tentare il blitz staccando sul cross di Sanchez forse destinato a Godin. Brividissimo per l'Arabia a dieci dal termine con la conclusione di Torreira che sbatte su Cavani e a momenti si traduce in gollonzo. Sanchez lascia spazio a Nandez nell'ultimo cambio dei sudamericani. Cavani continua la sua caccia al gol: il Matador fa tutto da solo ma al cospetto di Al-Owais si fa respingere la conclusione. Resta ancora a bocca asciutta, ma ci sarà tempo per sbloccarsi: nel frattempo, l'Uruguay va.

URUGUAY-ARABIA SAUDITA 1-0

89' Colpo di testa di Kanno. Blocca Muslera. Quattro minuti di recupero

85' Cavani avanza centralmente, entra in area e viene frenato all'ultimo da una buona uscita di Al Owasi

82' Nell'Uruguay esce Sanchez (ottima partita compreso l'assist per Suarez) e entra Nandez

75' Cambio per l'Arabia Saudita. Esce Bahebri. Entra Kanno

68' Ancora l'Uruguay. Punizione e colpo di testa di Caceres. Alto

62' Cross di Cavani, testata di Sanchez, alta di poco

61' Occasione per Laxalt che arriva in lieve ritardo

58' Sliding doors all'italiana per l'Uruguay. Escono Rodriguez e Vecino (nter), entrano Torreira e Laxalt (Sampdoria e Genoa)

48' Partita ripresa. Dopo 4 minuti non è successo praticamente nulla, Ora c'è una punizione da molto lontano per l'Uruguay. Bel tiro di Suarez. Al Owais para in tuffo sulla sua sinistra.

II Tempo

46' Turpin fischia la fine del primo tempo. Partita piuttosto lenta e non bella. L'Uruguay è chiaramente più forte ma sceglie ritmi molto blandi. Sudamericani in vantaggio grazie al paperone del portiere Al Owais ben sfruttato da Suarez. Poi c'è stata una certa reazione dei sauditi che hanno creato qualche grattacapo dalle parti di Muslera. Nessuna grande occasione, ma la sensazione che all'Uruguay converrà chiuderla presto se non vuole rischiare una qualificazione che, adesso, sarebbe certa.

44' Esce Al-Jassam (risentimento muscolare abbastanza pesante. Entra Al-Mogawi

29' Cross di Al Shahrani. Bahebri è sul secondo palo e colpisce. Palla alta sopra la traversa di Muslera

22' Segna l'Uruguay, Calcio d'angolo da sinistra di Sanchez. Esce a vuoto Al Owais, Suarez, appostato dietro di lui insacca rasoterra.

21' Si fa viva l'Arabia Saudita. Tiro di Al Muwallad. La palla passa sopra la traversa

13' Occasione Uruguay: cross di Caceres, Cavani di testa. Alto

 

Il tabellino

Rete: 23' pt Suarez.

Uruguay (4-4-2): Muslera; Varela, Giménez, Godín, Cáceres; Sánchez, Vecino (58' Torreira), Bentancur, Rodríguez (58' Laxalt), Cavani, Suárez. A disp: Coates, Silva, Pereira, Torreira, Laxalt, Nandez, De Arrascareta, Urretavyscaia, Stuani, Gomez, Silva, Campana  All.: Tabarez.

Arabia Saudita (4-4-2): Al Owais; Al-Burayk, Hawsawi, Albulayhi, Al Shahrani; Al Jassam (44' Al Mogawi), Otayf: Al Dawsari, Al Faraj, Bahebri; Al Muwallad. A disp: Al-Harbi, M. Hawsawi, O Hawsawi, Al Sheehri, Al-Kahibri, Kanno, Al-Kahibari, Al-Mogawi, Al-Sahlawi, Aseri, Al-Sahlawi, Al-Mosailem, Al-Mayoof. All.: Pizzi.

Arbitro: Clement Turpin (Fra)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata