Russia 2018, Simeone in un audio rubato: "Nell'Argentina regna l'anarchia"
La sentenza del 'Cholo': "Non c'è leadership nella dirigenza e in chi la guida. La squadra è smarrita"

Tra le tante critiche che stanno piovendo inevitabilmente sull'Argentina dopo la sconfitta contro la Croazia ci sono anche quelle di Diego Simeone. E sono contenute in un messaggio vocale su Whatsapp, destinato al suo fedelissimo vice German Burgos, ma arrivato alla stampa sudamericana. "Quello che sta succedendo nella nazionale è quello che è successo durante questi quattro anni, l'anarchia", le parole del 'Cholo', peraltro accostato in più occasioni alla panchina della Seleccion.

"Non c'è leadership nella dirigenza e in chi la guida. La squadra è smarrita, è sbagliata, ma è l'Argentina e ce la farà a passare. Spero di non sbagliarmi, ma penso che accadrà. Se batte la Nigeria, può passare, ora dipende dall'Islanda, che non deve vincere nessuna delle due partite". Simeone ha puntato poi il dito sul portiere dell'Albiceleste Caballero, autore dell'errore che ha portato al gol di Rebic: "L'aveva già fatto contro la Spagna, contro l'Italia, ricordi che ti dissi che era un peccato che non avessero segnato. Lì si sarebbero resi conto che se al Mondiale sbagli, è gol". Nel suo vocale diretto a Burgos, il tecnico dell'Atletico Madrid si è soffermato anche su Messi: "E' molto bravo, ma intorno non ha giocatori straordinari. E la domanda è, se dovessi scegliere tra lui e Cristiano Ronaldo per una squadra normale, chi sceglieresti?".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata