Russia 2018, Salah sfida i padroni di casa. Esordio per Polonia e Colombia
I Faraoni sono costretti a vincere per restare in corsa. In campo per la prima volta le squadre del gruppo H

Dopo lo spettacolare 5-0 contro l'Arabia Saudita torna in campo la Russia. I padroni di casa affrontano a San Pietroburgo l'Egitto, reduce invece dalla sconfitta di misura contro l'Uruguay. Le due squadre non potevano arrivare a questa partita con uno stato d'animo più diverso. I padroni di casa hanno affrontato la pressione dell'esordio casalingo in modo esaltante trascinati dall'astro nascente Aleksandar Golovin, mentre l'Egitto ha visto il suo tanto atteso ritorno a una fase di Mondiali iniziare con una sconfitta beffa nei minuti finali. Tre punti potrebbero essere sufficienti alla Russia per mettere al sicuro la qualificazione agli ottavi, dal canto suo i Faraoni sono costretti a vincere per restare in corsa. C'è grande attesa per il ritorno di Momo Salah, che dovrebbe fare il suo esordio da titolare. "E' pronto ma pensavo che lo fosse anche contro l'Uruguay. Spero sarà pronto per giocare, sono ottimista", ha detto il ct Cuper mentre lo stesso giocatore sui social ha scritto: "Pronto". Sarà l'ex romanista il pericolo pubblico numero 1 per la Russia come confermato anche dal ct Stanislav Cherchesov: "E' il loro miglior giocatore ma siamo pronti a fermarlo e lo faremo". "Ogni squadra ha giocatori a cui prestare attenzione, ovviamente, Salah è il loro miglior giocatore, ma non c'è solo lui nell' Egitto", ha aggiunto il ct russo.

ESAME DI GIAPPONESE PER LA COLOMBIA - Nella giornata si giocano anche le prime due partite del Gruppo H. Quattro anni dopo Colombia e Giappone si ritrovano avversarie alla Coppa del Mondo, in Brasile finì 4-1 per i Cafeteros che arrivarono fino ai quarti di finale trascinati dal capocannoniere del torneo  James Rodriguez. L'obiettivo dei ragazzi di Jose Pekerman è ripetersi e sulla carta sembrano avere tutte le carte in regola per riuscirci potendo contare questa volta anche sul bomber Radamel Falcao, assente in Brasile per un infortunio. "Abbiamo una squadra giovane, in grado di variare. Ora abbiamo giocatori versatili che offrono più soluzioni tattiche", ha dichiarato il ct colombiano Pekerman. Dal canto suo il Giappone è ormai una presenza fissa ai Mondiali dal 1998, questa è infatti la loro sesta partecipazione consecutiva e l'obiettivo è migliorare gli ottavi di finale raggiunti nel 2002 e nel 2010. I Blue Samurai sperano che il cambio in panchina, con Akira Nishino nominato sulla scia di una difficile campagna di qualificazione asiatica, possa dare la scossa alla squadra. "Ho fatto tutto quello che era in mio potere, e penso che sarà abbastanza, sono sicuro che ci sarà una buona alchimia nel gruppo", ha detto il ct nipponico. "Cercheremo di imporre il nostro gioco", ha concluso.

TANTO NAPOLI IN POLONIA-SENEGAL - Nella terza e ultima partita in programma sarà un derby napoletano quello che vedrà opposta la Polonia di Milik e Zielinski al Senagal di Koulibaly. Alla sua prima Coppa del Mondo nel 2002, il Senegal sconfisse la Francia campione in carica arrivando fino ai quarti di finale, eliminata dalla Turchia. Quella squadra ha scritto la storia del calcio senegalese, ma la nuova generazione guidata dal difensore del Napoli e dall'attaccante del Liverpool Sadio Mane cercherà di aggiungere un altro capitolo. In panchina c'è il capitano di quella squadra, l'attuale ct Aliou Cisse: "Quella squadra ha già fatto un pezzo di storia, ora tocca a questo gruppo. Scenderemo in campo senza alcun complesso di inferiorità, faremo le nostre partite con la nostra identità africana, che definisce il nostro calcio Sarà una grande avventura". Di fronte una Polonia, con il capitano Glik in dubbio e che torna ai Mondiali dopo 12 anni di assenza. Tutti gli occhi saranno puntati su Robert Lewandowski, autentico trascinatore con 16 gol nelle qualificazioni. Il bomber del Bayern Monaco è sicuramente l'uomo più atteso al suo debutto in Coppa del Mondo allo stadio dello Spartak di Mosca. "Le aspettative sono molto alte ma non solo per me", ha detto l'attaccante del Bayern. "Ha un talento immenso", ha detto il ct Adam Nawalka. Guardando alla partita, il tecnico polacco ha detto: "Rispettiamo il nostro avversario e siamo pronti per una gara molto difficile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata