Russia 2018, Portogallo a fatica: Iran rischia colpaccio, ma avanza CR7
Lusitanio agli ottavi da secondi classificati dietro la Spagna, Iran eliminato

Cristiano Ronaldo stavolta stecca ma il suo Portogallo resta aggrappato al Mondiale. I lusitani soffrono e rischiano grosso con l'Iran: a Saransk è 1-1, ma gli asiatici hanno accarezzato il sogno qualificazione. Invece agli ottavi ci va la nazionale di Santos, da seconda, insieme alla Spagna vincitrice del Gruppo B. Per il CR7 delle meraviglie, serata da dimenticare: sbaglia il rigore del raddoppio dopo il vantaggio siglato da Quaresma con un gran gol e rischia pure il rosso per una gomitata graziata dall'arbitro. Agli orgogliosi iraniani non basta il penalty trasformato nei minuti di recupero da Ansarifard. Il Portogallo si giocherà i quarti con l'Uruguay il 30 a Sochi, per le Furie Rosse c'è la Russia padrona di casa.

Santos ritocca con il turnover il suo 4-4-2 lancia dal 1' il milanista André Silva al fianco dell'intoccabile Cristiano Ronaldo. L'ex interista Quaresma rileva Bernardo Silva sull'esterno di destra, in mezzo Adrien Silva fa rifiatare Moutinho. 4-5-1 per Carlos Queiroz, con Azmoun a guidare l'attacco degli iraniani supportato da Taremi e Amiri larghi sulle fasce. A centrocampo rientra Jahanbakhsh. Subito caldissimo Ronaldo che pescato di tacco da Joao Mario chiama all'intervento a terra Beiranvand con il destro. Lusitani ancora in avanti con lo stesso Joao Mario che non riesce a sfruttare un'indecisione tra Beiranvand ed Ezatolahi e spedisce alto, mancando una ghiotissima chance. L'avvio incoraggiante della squadra di Santos non si traduce in vere occasioni: l'Iran si compatta in difesa chiudendo ogni varco e lascia agli avversari il possesso palla, ma non disdegnano le puntate in avanti quando possono. Prima dell'intervallo, però, il Portogallo rompe l'equilibrio. E ci vuole l'invenzione di un singolo: Andre Silva serve di tacco Quaresma e l'ex interista batte di esterno Beiranvand infilando sotto l'incrocio (45'). Grande rete di 'mister trivela'.

In apertura di ripresa il Portogallo potrebbe sferrare il colpo del ko. Ci vuole il Var per convincere l'arbitro Caceres che l'intervento scomposto in area di Ezatolahi su Ronaldo vale il rigore. Proteste iraniane, ma CR7 si fa ipnotizzare da Beiranvand che sventa in due tempi. In campo saltano i nervi, Santos invita i suoi alla calma: si  rischiano cartellini pesanti. Vuole farsi perdonare l'errore Ronaldo, che fa tutto da solo ma spedisce sul fondo. Brivido poi per Rui Patricio sul tentativo dal limite del neoentrato Ghoddos che non inquadra lo specchio di pochissimo. Con il trascorrere dei minuti l'Iran alza il baricentro per il forcing. Che il clima sia tesissimo lo dimostra il colpo rifilato da Ronaldo a Poulariganji: Caceres rivede tutto al Var  e mostra solo il giallo a CR7. Altro consulto delle immagini nel recupero dopo un presunto tocco di mano di Cedric: l'arbitro indica il dischetto. Freddissimo Ansarifard nella trasformazione: 1-1. Finale incandescente con l'Iran che sfiora il clamoroso vantaggio con Taremi che al cospetto di Rui Patricio deposita incredibilmente sul fondo. La rete che basterebbe agli uomini di Queiroz per continuare il cammino non arriva: il Portogallo respira e va agli ottavi da seconda, per i giocatori iraniani restano gli applausi del proprio pubblico e le lacrime.

IRAN-PORTOGALLO 1-1
secondo tempo

90+5' Taremi si mangia il gol che avrebbe portato l'Iran agli ottavi
90+3' Ansarifard segna di rigore! Pareggia l'Iran 1-1
53' Beiranvand para il rigore di Cristiano Ronaldo!

primo tempo
45' Quaresma chiede la sponda ad Adrien, lui restituisce di tacco e il giocatore del Besiktas calcia andando a segno all'incrocio dei pali.
9' Joao Mario spreca una grande chance: pallone alto su una porta sguarnita
3' Cristiano Ronaldo ci prova immediatamente, ma Beirandvand risponde al suo destro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata