Russia 2018, da Buffon a Bale, da Alves a Benzema: quante star assenti
Arturo Vidal, Miralem Pjanic, Faouzi Ghoulam: anche loro sono nella 'squadra' dei big che non andranno in Russia

L'eroe della finale di Champions League 2018 Gareth Bale, il brasiliano Dani Alves, la leggenda azzurra Gianluigi Buffon. Scorrendo i nomi dell'ideale squadra formata dalle stelle che non parteciperanno al Mondiale 2018, non mancheranno i rimpianti tra i tifosi. In Russia mancherà un monumento, un punto di riferimento universale per il suo ruolo. Gigi Buffon. Sognava di appendere i guanti al chiodo dopo quello che sarebbe stato il suo sesto Mondiale, a 39 anni. Il flop azzurro con la Svezia ha invece messo fine alla sua ventennale carriera con la Nazionale. "Mi dispiace, non per me, ma per tutto il calcio, perché abbiamo fallito": così il numero uno della Juventus commentò, in lacrime, davanti ai microfoni quella sera.

A Dani Alves mancava solo il Mondiale nel suo ricchissimo palmares. Invece il 35enne brasiliano, infortunatosi ad un ginocchio con il Psg un mese prima dell'inizio del torneo, potrebbe aver perso la sua ultima possibilità di trionfare con la Selecao. In Russia darà forfait, così come Kamil Glik (Polonia), Alex Oxlade-Chamberlain (Inghilterra) o Dimitri Payet (Francia), tutti out per infortunio. Il difensore del Napoli Faouzi Ghoulam, invece, simboleggia il fallimento di una delle nazionali africane favorite per la qualificazione al Mondiale. Arrivato con la sua Algeria agli ottavi nel Mondiale 2014, non è riuscito a centrare il pass per un torneo nel quale il Nordafrica sarà rappresentato da Marocco, Tunisia ed Egitto.

Niente Russia anche per Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini, difensori simbolo della disciplina tattica del calcio italiano. I due hanno partecipato a due finali di Champions League in tre anni con la Juventus, prima che Bonucci si unisse al Milan la scorsa estate. Doveva essere una delle rivelazioni del Mondiale 2018, ma un terribile infortunio al ginocchio ha infranto il sogno di Youssef Msakni, stella dell'attacco della Tunisia. Arturo Vidal e Miralem Pjanic non sono riusciti a qualificarsi con, rispettivamente, Cile e Bosnia. Quattro anni fa i bosniaci avevano partecipato alla prima fase finale nella loro storia. Il Cile, addirittura, arrivò vicino ad eliminare il Brasile negli ottavi, dove fu battuto solo ai rigori, dopo l'impresa ottenuta sulla Spagna per 2-0 nella fase a gironi. Gareth Bale è stato uno dei protagonisti del 2016, dove con il Galles è stato eliminato in semifinale. Ma al Mondiale 2018 i 'Dragoni' non ci saranno. La sua quarta vittoria in Champions League non ha spostato l'opinione di Didier Deschamps di una virgola. Escluso dalla nazionale francese dal novembre 2015 per il suo coinvolgimento nel caso 'sextape', Karim Benzema è ancora lontano da un ritorno in Bleus. Il ct definisce la sua assenza come necessaria per "l'equilibrio" del suo attuale gruppo.

L'olandese Arjen Robben, già assente da Euro 2016, non riuscirà nell'impresa di salire sul podio mondiale per la terza volta consecutiva dopo il terzo posto nel 2014 e il secondo nel 2010. Altre stelle assenti in Russia saranno Jan Oblak (portiere/Slovenia) Antonio Valencia (difensore/Ecuador), Matija Nastasic (difensore/Serbia), Manuel Lanzini (centrocampista/Argentina) Leroy Sané (centrocampista/Germania) Alexis Sanchez (attaccante/Cile) Pierre-Emerick Aubameyang (attaccante/Gabon) Edin Dzeko (attaccante/ Bosnia) e, ovviamente, l'interista Mauro Icardi, che il ct Sampaoli non ha inserito nella rosa dell'Argentina.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata