Ronaldo: Vorrei mio figlio diventasse giocatore come suo padre
La confessione di CR7, ma "non ho intenzione di forzarlo"

"Vorrei che mio figlio diventasse un calciatore". E' la confessione di Cristiano Ronaldo, ospite di un reality sull'emittente cinese Zhejiang Satellite Tv. "Penso che abbia delle cose da atleta, ha le caratteristiche di un atleta", ha spiegato il fuoriclasse portoghese del Real Madrid. "Ovviamente è molto giovane, è un bambino, ha cinque anni. Ma ama il calcio e - ha aggiunto CR7 - questo è un vantaggio. A casa ho trenta palloni. Lui è sempre con un pallone, lo incanta". Ronaldo però precisa di non avere "intenzione di forzarlo ad essere un giocatore perché deve venire in modo naturale, deve essere qualcosa che parte da lui. Ma ovviamente spero che Cristiano Jr diventi un giocatore. Come suo padre, il top...", ha concluso sorridendo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata