Roma, Spalletti: Vittoria importante. Rinnovo? Devo meritarlo
"Speriamo che la Juventus, prima o poi, cali, e invece si allontana sempre"

"Non è stata una partita facile, ma abbiamo calciatori importanti: abbiamo bisogno di tutta la rosa, che tutti ci accompagnino a questo finale di campionato. El Shaarawy è uno di questi e oggi ha fatto bene". Così su Premium Sport l'allenatore della Roma Luciano Spalletti dopo la vittoria contro il Palermo. "Grenier? Può essere considerato un vice Nainggolan: gioca bene tra le linee e perde raramente il pallone", ha aggiunto. "Speriamo che la Juventus, prima o poi, cali, e invece si allontana sempre. Noi siamo contenti di quello che stiamo facendo, ma loro sono davvero fortissimi - ha detto ancora Spalletti - anche quando sembrano in difficoltà, tirano fuori l'orgoglio della squadra vincente, noi dobbiamo pensare a fare un passo alla volta, senza pensare all'obiettivo finale".

"Il mio futuro? Gli ho fatto un favore, alla società, a non firmare il rinnovo, perché se perdo altre due partite penso sia giusto che mi mandino via", ha detto Spalletti. "Allo scorso allenatore gli hanno fatto tre anni di contratto e hanno dovuto pagarlo anche dopo l'esonero - ha ricordato - la Roma è una grande squadra e bisogna meritarsi di allenarla". "Le parole del presidente? Ha fatto benissimo, ha tutto il diritto di prendersela con me. Ma non con i giocatori, perché in quel caso gli risponderei. Invece il suo comportamento è stato ineccepibile", ha concluso Spalletti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata