Roma, Spalletti: A volte ci sentiamo troppo belli, troppi cali
"Dopo lo 0-2 abbiamo concesso piccoli spazi, dove invece di andare a soffocare le azioni"

 "Cosa è mancato? Non lo so, non so se le grandi squadre hanno sempre il controllo del match, noi siamo una buona squadra ma a volte ci sentiamo troppo belli forse e abbiamo dei cali. Dopo lo 0-2 abbiamo concesso piccoli spazi, dove invece di andare a soffocare le azioni o a fare la chiusura preventiva siamo rimasti distanti e loro hanno potuto attaccarci e ci hanno fatto male, a tratti in modo imbarazzante. Bastava continuare fare le cose in maniera corretta, abbiamo abbassato il nostro livello". Lo ha detto il tecnico della Roma Luciano Spalletti ai microfoni di Sky Sport.

"Non vorrei colpevolizzare nessuno, ci sono state tante situazioni, la responsabilità non è mai di un solo calciatore. Noi potevamo perdere la partita 5-2, ci è andata bene: dobbiamo pensare a noi stessi prima e poi si pensa alle classifiche", ha aggiunto. Il mister di Certaldo ha spiegato che "a Dzeko non sta succedendo nulla, lui è un grande calciatore, forse è troppo sensibile a tutti i discorsi che si fanno".
 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata