Roma poker e spettacolo contro il Crotone
Totti dal primo minuto, Dzeko fa doppietta

La Roma torna a sorridere superando senza problemi il neopromosso Crotone all'Olimpico con un rotondo poker che non lascia spazio a recriminazioni. Un gara senza troppa storia decisa dagli uomini di Spalletti già nel primo tempo. Troppa la differenza vista in campo fra le due squadre. Il tecnico giallorosso, a sorpresa, si affida a Totti dal primo minuto con Dzeko lasciando fuori Perotti. Proprio il bosniaco è il primo a spaventare i calabresi con una conclusione dopo cinque minuti che colpisce in pieno il palo. Il vantaggio giallorosso però è nell'aria. A sigarlo tocca ad El Shaarawy. L'italo-egiziano raccoglie un cross di Florenzi e, complice anche una leggera e non determinante deviazione di Sampirisi, supera l'incolpevole Cordaz. Il Crotone ha una grande occasione per il pareggio poco dopo ma il tiro di Palladino da buona posizione si perde sul fondo di pochissimo.
Scampato il pericolo la Roma raddoppia. Questa volta El Shaarawy inventa per Salah che infila la palla sotto la traversa.


Per scrivere definitivamente la parola fine sul match bastano 180 secondi della ripresa. Assist illuminante di un ispirato Totti e pregevole pallonetto di Dzeko che batte Cordaz in uscita e festeggia fra gli appalusi convinti del tifo romanista. Il centravanti non è ancora sazio. Contropiede di Salah con puntuale palla in mezzo che l'ex Manchester City deposita in rete. Che per il Crotone sia una notte da incubo lo si capisce poco dopo. Rigore concesso ai calabresi e Szczesny che ipnotizza Palladino. Il resto, fatta eccezione per un palo di Salzano da distanza siderale ed un'occasione di Capezzi, è un allenamento o poco più per la Roma che in un sol colpo ritrova gioco e risultato in attesa di test più probanti a partire da quello di domenica sul campo del Torino.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata