Rilancio Bologna, 2-1 al Sassuolo: magia Pulgar nel finale
Donadoni soffre ma batte il Sassuolo proprio quando tutti pensavano che il pari era già un mezzo regalo

Non poteva trovare un modo migliore il Bologna per festeggiare i compleanni di Baggio e Signori, campioni di un passato antico ma sempre nei cuori dei tifosi: dopo tre sconfitte di fila la squadra di Donadoni soffre ma batte (2-1) il Sassuolo proprio quando tutti pensavano che il pari era già un mezzo regalo. Se l'avvio al fulmicotone della squadra di Donadoni aveva illuso i tifosi di casa, il resto della gara è stato infatti quasi tutto di marca ospite fino all'ultimo minuto, quando è arrivato il gol-partita di Pulgar.

Si parte e il Bologna è già veloce come un treno ma la sua benzina dura poco più di 20': Di Francesco sfiora due volte il gol nei primi due minuti di gioco ma prima è bravo Consigli a uscire in presa bassa e a fermare la sua pericolosa incursione in area e poi la sua conclusione dal limite esce di poco a lato. Il Sassuolo non c'è per il momento e la pressione locale è insistente con Destro che costringe Consigli a un salvataggio di piede. Il gol arriva come conseguenza naturale al 12', lo segna Poli girando a rete dopo una carambola in area determinata dal solito Di Francesco. Attimi di suspence per il ricorso al Var ma è tutto regolare.

Gli ospiti si vedono per la prima volta solo quando Berardi imbuca per Politano che fa un gran taglio: la sua conclusione però viene neutralizzata da Mirante. Le parti si invertono: i rossoblù scompaiono dal campo e domina la squadra di Iachini. Al 24' Missiroli viene anticipato in extremis da Torosidis. L'occasione più ghiotta per il pari prima della mezzora: incursione di Acerbi, tacco volante di Babacar ma è bravo e fortunato Mirante a trovarsi sulla traiettoria e parare sulla linea. Dopo una bella quanto sporadica occasione per Dzemaili, che prende palla e calcia dal limite ma Consigli si oppone, a riportare in gara il Sassuolo è ancora Babacar al 38'. cross sul secondo palo di Berardi, Acerbi tocca e mette fuori causa Mirante: da dentro l'area piccola arriva l'ex viola che pareggia i conti.

Nella ripresa il Bologna sembra più motivato e sfiora due volte nella stessa azione il gol con Destro che trova sempre l'opposizione di Consigli prima in spaccata e poi in mezza rovesciata ma è un fuoco di paglia, in realtà è il Sassuolo ad avere le occasioni migliori e ancora con Babacar che su cross di Politano spreca di piatto sul fondo. Al 35' ancora il Sassuolo: Politano buca a sinistra e centra per Berardi, da questi a Mazzitelli che di prima intenzione impegna severamente Mirante. Finale nervoso: Goldaniga viene espulso per doppia ammonizione e all'88' la beffa: punizione magistrale di Pulgar e gol imparabile. Ultimo brivido quando Ragusa si divora il gol del 2-2 e finisce col successo per la squadra di Donadoni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata