Premier League: Ranieri è il nuovo allenatore del Fulham, via Jokanovic

Il ct romano torna su una panchina del campionato inglese, dopo l'esperienza con il Chelsea e il Leicester, con cui vinse il titolo nel 2016

King Claudio riabbraccia la 'sua' Premier League. Due anni dopo il trionfo con il Leicester, Claudio Ranieri riparte dalla panchina del Fulham, ultimo nel massimo campionato inglese con 5 punti in 12 gare. Il tecnico romano subentra al serbo Slavisa Jokanovic e avrà il compito non facile di risollevare lo storico club londinese, di proprietà del magnate delle costruzioni Shahid Khan. "È un onore accettare l'opportunità di guidare il Fulham, un club fantastico con tradizione e storia. L'obiettivo del Fulham non dovrebbe essere mai la semplice salvezza. Dovremo ogni volta essere un avversario difficile da affrontare e aspettarci di vincere. Qui c'è una rosa di grandissimo talento che la classifica non rispecchia", sprona i suoi l'allenatore 67enne, reduce dall'esperienza in Francia con il Nantes.

Il 24 novembre c'è subito la difficile sfida con il Southampton, anche se la rosa non sembra affatto da buttare via. In porta c'è infatti l'ex Siviglia Sergio Rico, mentre in difesa spiccano le individualità di Calumk Chambers e del giovanissimo Fosu-Mensah. La stella è sicuramente l'ala Ryan Sessegnon, già nel giro della nazionale inglese, senza dimenticare Jean Seri, ex Nizza e inseguito da mezza Europa la scorsa estate. In avanti 'Thinkerman', come veniva chiamato ai tempi delle Foxes, può rivitalizzare i gol e la tecnica di Mitrovic, Vietto e Schurrle, campione del mondo con la Germania nel 2014.

Per Ranieri c'è un contratto pluriennale e parole al miele da parte del Fulham, nato nell'omonimo quartiere londinese a pochi passi dal Tamigi. "Penso che questa sia la decisione migliore. Jokanovic avrà per sempre il nostro ringraziamento per quanto ha fatto per questo club, riportandolo nella massima serie - ha spiegato il patron Kahn - Ranieri è tutto ciò che ci serviva in questo momento. Una garanzia e una sicurezza per la Premier, ha una esperienza enorme ed è un grandissimo uomo di calcio. Quanto ha fatto a Leicester è leggendario".

In effetti il trionfo nel 2016 del 'Chievo' inglese contro giganti economici come City e Chelsea è ancora nella mente di tutti gli appassionati di calcio. Nessuno si sorprenderà insomma se tra qualche mese a Craven Cottage riecheggerà il coro 'Ranieri oh oh, Ranieri oh oh oh oh". Non c'è due senza tre: chissà che nella sua terza vita inglese dopo Blues e Foxes il mister non regali un'altra favola.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata