Psg, Neymar: "Molto felice per l'arrivo di Buffon. Spero in una grande stagione insieme"
L'attaccante brasiliano è pronto a tornare in campo dopo la delusione del Mondiale. E sulle accuse di simulazione risponde: "Critiche esagerate, ma sono come gestirle"

Dopo la delusione del Mondiale "non volevo più vedere un pallone davanti a me, non volevo più vedere il calcio". Neymar è tornato così sui momenti successivi all'eliminazione della Selecao in Russia per mano del Belgio. "Sarà difficile trovare la forza di tornare a giocare", aveva confessato l'attaccante del Psg sui social. "Volevo staccare da tutto. Ho vissuto momenti di dolore e tristezza, ma la tristezza non può durare per sempre", ha spiegato il giocatore più costoso della storia in un'intervista ad Afp. "Ho mio figlio, la mia famiglia, i miei amici, non vogliono vedermi triste. E io ho molte più ragioni per essere felice che essere triste".

'O'Ney' ha poi replicato alle tante accuse di simulazione. "Non sono andato al Mondiale per essere preso a calci ma per superare i miei avversari. Penso che le critiche sono state esagerate, ma sono grande e - ha assicurato - so come gestire questo genere di cose. Non posso essere arbitro e giocatore allo stesso tempo, se potessi, sarebbe tutto più facile". "Se penso che ci sia troppa pressione sulle mie spalle? No, tutti i giocatori sentono la pressione, è vero che quando si tratta di me, si usano due misure - ha proseguito il nazionale verdeoro - Sono consapevole di questa responsabilità, non solo nella Selecao, ma anche a livello di club da quando avevo 17, 18 anni. Sono allenato a gestire questa pressione e so che quando i risultati non arrivano, aumenta".

Neymar si è poi proiettato alla prossima stagione con il Psg: "Abbiamo grandi aspettative, abbiamo acquistato una leggenda del calcio, Buffon, che porta tutta la sua esperienza e ci aiuterà sicuramente molto. Sono contento del suo arrivo, ma anche del nuovo allenatore (Thomas Tuchel, ndr), che è un grande allenatore. Spero che insieme avremo una grande stagione". Quanto alle voci di contatti con altri club, l'attaccante ha chiarito che "erano solo speculazioni della stampa. Quelli che inventano queste cose devono chiedersi come fanno a sapere cose della mia vita più di me".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata