Politano condanna Frosinone: Stellone retrocede
La rete a cinque minuti dalla fine tiene vivo il sogno europeo del Sassuolo

Un gol di Politano a cinque minuti dalla fine tiene vivo il sogno europeo del Sassuolo e, al tempo stesso, condanna il Frosinone alla retrocessione in B con una giornata d'anticipo. In realtà, anche il pareggio non sarebbe bastato agli uomini di Stellone che davanti al proprio pubblico ce l'hanno messa tutta. La fortuna non è stata dalla loro, come confermano i due pali colpiti nella ripresa, da Kragl e Daniel Ciofani. Il Sassuolo vince soffrendo, sfruttando un gol arrivato al termine di una partita in cui i migliori, tra i neroverdi, sono stati i due centrali, Cannavaro e Acerbi. Milan sorpassato, Berardi e compagni sono padroni del loro destino: se contro l'Inter, all'ultima giornata, arriverà una vittoria, allora il Sassuolo potrebbe approdare in Europa League, ma la qualificazione rimarrà vincolata al risultato della finale di Coppa Italia.

Quanto al match di oggi, il Frosinone prova a controllare la partita nei primi minuti e un paio di palloni scodellati nell'area neroverde creano pericoli per Consigli. Poco incisivo il Sassuolo, che nella ripresa avanza il baricentro ma rischia grosso in contropiede. In ripartenza Kragl colpisce il palo al 23' con un gran sinistro, al 30' arriva il secondo legno, colto dai 25 metri da Daniel Ciofani. Al 40' la doccia fredda del gol di Politano, nato da un contropiede orchestrato da Duncan. È la condanna per i ciociari, applauditi a lungo dal meraviglioso pubblico del Matusa. Il Sassuolo, invece, sogna.

 

www.sportevai.it

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata