Playoff Mondiali: Svezia-Italia 1-0, le pagelle
Sufficienti solo Buffon, Darmian e Barzagli

Le pagelle di Svezia-Italia 1-0, gara d'andata del playoff dei Mondiali 2018 in Russia.

ITALIA

BUFFON 6 Si fa trovare pronto e reattivo nel primo tempo con una provvidenziale uscita prima su Toivonen poi su Berg. Spiazzato dalla deviazione di De Rossi sul gol svedese.

CHIELLINI 5.5 Dovrebbe esaltarsi nella battaglia di Solna, invece appare incerto e poco lucido. Rischia tantissimo nel primo tempo lasciando rimbalzare un pallone pericoloso in area. Si fa anticipare da Toivonen sulla spizzata da cui nasce il gol di Johansson.

BONUCCI 5.5 Toivonen lo 'battezza' con una gomitata dopo pochi minuti. Manca la leadership di un tempo e i suoi lanci per le punte, anche nella serata della reunion della BBC. Timido.

BARZAGLI 6 Dal suo lato non si passa. Una garanzia. L'unico a salvarsi dietro.

DARMIAN 6.5 Nel primo tempo è il migliore degli azzurri, ma predica nel deserto. Pulito dietro, mette più volte in difficoltà Krafth in proiezione offensiva. Nella ripresa continua a spingere ed è anche sfortunato quando colpisce un palo clamoroso con un destro dal limite.

VERRATTI 4.5 Ennesima bocciatura per il centrocampista abruzzese, che con la maglia azzurra non riesce proprio a trovare il giusto feeling. Alla vigilia gli si chiedeva di prendere per mano l'Italia: invece va spesso in affanno e rallenta troppo la manovra. Come non bastasse, salterà la gara di ritorno rimediando un giallo evitabile. (dal 76' Insigne 5.5: prova ad accendere subito la luce, ma l'impressione è che in difficoltà dopo il gol i compagni non lo assistono).

DE ROSSI 5 Poco supportato dai 'colleghi' della linea mediana, soffre la fisicità degli svedesi in mezzo al campo. Rischia più volte di farsi prendere dal nervosismo contro la tattica intimidatoria degli scandinavi. Sfortunato nella deviazione che beffa Buffon.

PAROLO 5.5 In apnea come tutto il centrocampo azzurro. Patisce i tagli e le incursioni di Forsberg. Male con la palla fra i piedi.

CANDREVA 5.5 Dal suo lato l'Italia spinge poco e male. Nel primo tempo gioca troppo basso, fa il solletico alla retroguardia scandinava. Meglio nella ripresa, quando si rende anche pericoloso con un tiro da fuori. Ma è troppo poco.

BELOTTI 5 Spreca subito una buona occasione mandando a lato di testa - la specialità della casa - l'ottimo suggerimento dalla sinistra di Darmian. Per il resto si vede poco, in una serata in cui anche la grande generosità che lo contraddistingue sembra venir meno. Non è al meglio, e si vede. (dal 65' Eder 5: si muove molto sul tutto il fronte d'attacco ma non la vede mai. I corazzieri svedesi lo tengono a bada senza troppa difficoltà).

IMMOBILE 5 Sbiadito, sembra un lontano parente dell'attaccante che sta incantando con la maglia della Lazio. L'intesa con Belotti latita, non trova mai il guizzo giusto. A San Siro servirà il 'vero' Immobile, non la controfigura di questa sera.

VENTURA 5 La prestazione dell'Italia, soprattutto nel primo tempo, è la fotografia della sua gestione negli ultimi mesi. Una squadra timida, impaurita, con poche idee e ancor meno certezze.

 

SVEZIA

OLSEN 6

KRAFTH 5.5 (82' Svensson)

LINDELOF 6

GRANQVIST 5.5

AUGUSTINSSON 6

CLAESSON 6

EKDAL 6 (57' Johansson 6.5)

LARSSON 6

FORSBERG 6.5

TOIVONEN 6.5

BERG 6 (73' Thelin s.v.)

All. ANDERSSON 6

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata